Musica

La nuova “voce” degli Hooverphonic

La band belga torna al Circolo Magnolia dopo 4 anni di assenza dalle scene

Sarà che all’ultima settimana di luglio mezza città è in ferie e l’altra mezza sta per andarci, ma la sera del 25 al Magnolia c'era davvero molto spazio per lanciarsi in danze al live degli Hooverphonic. Quelli di Mad about you, più di dieci anni fa.

Tornata sui palchi dopo 4 anni di silenzio, la band belga si presenta con un nuovo album, un nuovo stile e soprattutto una nuova cantante, Naomie Wolfs, al posto della storica bionda Geike Arnaer: si rimpiange un po’ quel timbro affascinante e originale, ma la nuova vocalist ha personalità e una naturale sensualità. Sul palco si coglie la nuova vena del gruppo, votata al pop d’autore tra raffinati arrangiamenti d’archi e motivi orecchiabili, mentre sono lontane le più ricercate sonorità elettroniche che, un tempo, facevano l’occhiolino al trip hop più avanguardista. Il risultato però è più che gradevole, in un’atmosfera sofisticata ed elegante con momenti di grande intensità, come la struggente Vinegar & Salt e la cover di Bigger than us dei White Lies. Nel finale, una lunga sessione strumentale dai toni catartici, forse un po’ sbilanciata rispetto al resto del concerto, ma di grande impatto scenico e sonoro.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati