Concerto Giorgio Canali - Seregno

Musica

Il ribelle Canali

Versione semiacustica per i brani di Giorgio Canali, accompagnato alla chitarra da Steve Dal Col

L'assenza di una batteria non si sente, non molto. Ci sono le parole infuocate di Giorgio Canali ce si incatrastrano con le due chitarre. Il 2 febbraio in scena al Tambourine c'è Giorgio Canali & Rossotiepido, con Steve Dal Col e la produzione del musicista ferrarese in semiacustico. Una performance tutt'altro che tiepida perché anche in mancanza di sezione ritmica i brani di Canali sono preziosi. Sbavature e scordature passano in secondo piano perché è il carisma dei due a riempire il palco.

Il rock non è una questione di precisione e fedeltà di riproduzione, per quello ci sono i cd. Dal vivo è l'interpretazione, la sfumatura della voce: urlata, sofferta, ironica. E poi le testate, sonorissime, sul microfono, i siparietti di autoironia mentre accorda la chitarra. Tutto questo è Canali. La scaletta esplora tutti gli album, fanno capolino anche due brani in francese, poi i classici AlèAlè e Precipito. Buona parte del materiale proviene da Nostra Signora della Dinamite, l'ultimo album pubblicato, meno arrabbiato ma ugualmente ribelle. Come testimoniano i versi di Nuvole senza Messico, Quello della foto e l'omonima Nostra Signora della Dinamite.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati