Fly Festival, la musica live spicca "il volo"

A Bresso si inaugura una nuova area concerti, che oltre a tanta buona musica offre ristoro e divertimento

News
Musica

A Bresso, provincia nord di Milano, il mondo musicale ha trovato un luogo per esprimersi. All'interno del Parco Nord è stata allestita l'Area Concerti Fly, una struttura con tutti i servizi annessi, tra cui music shop, tre pub, paninoteche e aree di ristorazione, un'area internet dotata di connessione wi-fi ed un'edicola, "c'è tutto quello che serve per poter cominciare a divertirmi dal pomeriggio senza dover stare fuori dai cancelli ad aspettare sotto il sole" conclude Marco Zeppellini, uno dei responsabili del progetto.

STRUTTURA – La musica si sposta così da Milano alla provincia per raggiungere nuovi spazi sempre più attrezzati e facilmente raggiungibili che non soffrono delle problematiche legate a volume e orari. "Abbiamo scelto Bresso perché è un paese che conosco bene, è ben collegato, passano tre autostrade, due tangenziali. Inoltre c'era la possibilità di avere un grande spazio, ben cinque ettari, in mezzo al parco e ciò eliminava il problema dei rumori". Il palco è lungo 24 metri e alto 15, i posti a sedere all'interno dell'anfiteatro sono 6000, ma per eventi di più ampia portata la paltea viene smantellata aumentando la capienza. "Il bacino d'utenza è molto grande, la zona nord di Milano non è abituata a questo genere di eventi perché considerata lontana. Il nostro progetto incrementa le possibilità di sviluppo alla zona".

FESTIVAL – Per inaugurare la nuova struttura il Fly Group ha deciso di organzizzare il Fly Festival. Il festival porterà  alle porte del capoluogo lombardo nomi di spicco nazionali e internazionali della musica pop, rock e classica, a dimostrazione che "ogni musica va bene, le situazioni più varie possono trovare nell'Area Concerti Fly il posto giusto dove suonare, anche perché non ci sono problemi con vicini di casa". Prima serata il 2 settembre con il pianista e compositore Giovanni Allevi, che ha fatto pieno di pubblico e applausi. Tra i nomi in cartellone spiccano Tiromancino (4 settembre), David Helfgott(5 settembre), Roberto Ciotti (6 settembre) e Al Di Meola (10 settembre). La serata del 12 settembre è dedicata alle giovani band, e prendendo spunto da Ligabue e alla sua battaglia contro la limitazione dei decibel si chiamerà Il rock va suonato al volume che serve, e sarà trampolino di lancio per band come Rio, Il Nucleo e Greenwhich.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati