Dalla bossanova al samba

Marco Detto, Dilene Ferraz, Mauro Beggio e Stefano Profeta regalano perle d'emozioni

Entrando nell'Auditorium di Segrate si viene piacevolmente stupiti dalla buona qualità della sala che dimostra d'avere un'ottima acusitca. Questo va sicuramente a vantaggio degli artisti che spesso vengono penalizzati proprio dai problemi inerenti la resa del suono.

Giovedì 16 marzo gli ospiti della Cascina sono stati Marco Detto (pianoforte), Dilene Oliveira Ferraz (voce), Mauro Beggio (batteria) e Stefano Profeta (contrabbasso), proponendo un viaggio attraverso alcune delle più belle canzoni brasiliane.

La bella Dilene sprizza energia da tutti i pori e cattura subito il pubblico, trascinandolo e rendendolo partecipe dei cori. Balla freneticamente o sorride sensuale, gioca e scherza. Marco, raffinato pianista, dispensa perle di dolcezza. A entusiasmare ancor più i forutnati presenti in sala è Mauro, incredibile batterista, dalle molteplici sfumature ritmiche e dalla rara sensibilità, che porta i ritmi latini verso lo Swing insieme a Stefano. I ragazzi si divertono sul palco, perfetti padroni dei propri strumenti.

Un ulteriore regalo sono due brani scritti da Marco Detto, dal nuovo album "Blue Stones", inciso con Mauro Beggio e Stefano Profeta. Molti applausi ed emozioni, tra la struggente "O que serà" di Chico Barque, "The girl from Ipanema" di Jobim, "Ma que nada" di Mendes e tante  altre.

Lascio i musicisti, torno nel mio letto e sogno una rassicurante dolce musica lontana, che cullo gelosamente nel mio cuore. Grazie!

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati