Musica

Claudio Baglioni e i giovanissimi

Il cantautore romano è tornato dal vivo per la quarta volta a Milano nel giro di pochi mesi. Perché tanto consenso da parte della generazione dell'I-Pod?

Chi pensa di leggere la recensione dell'ultimo concerto milanese di Claudio Baglioni ha sbagliato articolo. Quarto appuntamento al DatchForum per il cantautore romano nel giro di pochi mesi. La scaletta era identica a quella delle tre date dello scorso dicembre. Tuttavia, quello che colpisce di questo ultimo concerto è stata la grande presenza dei giovanissimi.

LA MUSICA CHE GIRA INTORNO - Non è questione soltanto di sex appeal, ma Baglioni piace anche alla generazione dell'I-Pod. Se nel 2007 un esercito di adolescenti continuano a battere le mani e a cantare a memoria brani di oggi, siamo ancora nella normalità. Tuttavia, se un coro immenso intona canzoni che hanno fatto da colonna sonora alla vita dei propri genitori, qualcosa cambia. "Mia madre aveva dei dischi, io li ascoltati e mi sono piaciuti - ci racconta Eleonora, 19 anni - Le canzoni che mi appartengono sono quelle degli ultimi album". Allora è proprio vero che la musica non invecchia mai, che non ha età? "E chi lo può dire - ribatte Giovanni, 22 anni - Non mi vergogno di dire che ascolto da quasi dieci anni le sue canzoni. E poi quando si parla di emozioni, sentimenti e pace, la musica può darti davvero un sprint in più".

CANZONIERE - Un palco centrale e lui, Claudio, è in abbigliamento classico con pantaloni scuri e camicia bianca, con una torcia puntata verso il pubblico. Quasi tre ore di musica dal vivo con mucisti di qualità per cantare a squarciagola in una scaletta soddisfacente, anche per i nuovi fan del cantautore romano. Arrivano tutte in fila, tutte di un fiato, ad una ad una mentre le parole e la musica volteggiano nel Datchforum: Serenata in Sol , Mai più come te, Cuore di aliante, Adesso la pubblicità, Amori in corso, i Vecchi, Strada facendo, Via. E poi la piccola Erika guarda la madre che ha gli occhi lucidi mentre da un pianoforte escono le note di E Tu, Amore bello, Signora Lia, Questo piccolo grande amore, E tu come stai?, Sabato pomeriggio, Solo. Gran finale con la trilogia: Io sono qui, Mille giorni di te e di me e La Vita è adesso

TRA PRESENTE E FUTURO - Certa musica non ha bisogno di lifting per svecchiarsi. La sussurri, la canti magari con gli amici a perditempo. Tutti i ragazzi che erano al Datchforum hanno deciso di trascorrere un sabato sera in un'atmosfera solidale, amichevole, familiare per riflettere su una cosa: certi temi affrontati in alcuni brani ti appartengono sempre, oggi nel presente e domani magari li metti nello zaino per portarteli nel percorso della vita. E da questo punto di vista, Baglioni resta un buon compagno di viaggio. 

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI

Correlati:

www.baglioni.it