Musica

Blonde Redhead: eleganza che brilla

La band newyorchese in scena al Carroponte racconta il suo ultimo album, Penny Sparkle

Sono le note di Black guitar a far vibrare le luci del Carroponte. Nella penombra violacea i Blonde Redahead iniziano a raccontare la loro musica. Elegante ma con le giuste sferzate di chitarra. In scaletta predominano i brani di Penny Sparkle, ultimo album in cui il trio newyorchese esplora con convinzione una certa elettronica vintage. Spesso Amedeo Pace e Kazu Makino abbandonano le chitarre per immergersi nelle tastiere, alternandosi alla voce. Il canto etereo dei due si scontra con la materialità dissonante di brani come Spring and by summer fall, 23 e Misery, mentre viene assecondato dal fluttuare melodico di Dr. Strangeluv e Equus.

Un'ora e mezza di narrazione sonora e visiva che emerge dalle luci soffuse e fluttua verso il pubblico. I Blonde Redhead si concedono ben poche canzoni tirate, prediligendo le atmosfere più tranquille e sognanti. Qualche incursione ben mirata in Misery is a Butterfly e le già citate chicche da 23, chiudono un set che celebra una lunga e fruttuosa carriera.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati