Il personaggio fa la differenza. L'entusiasmo per Bob Log III trascende la sua musica. La Silvertone Archtop, chitarra acustica di rara bellezza vintage, suona standard country blues, accompagnata dai tamburi a terra. Un one man band show collaudato, ricco di stile e ironia. Il Live Forum apprezza, nonostante i piccoli problemi tecnici superati con battute di spirito. Le melodie solcano la tradizione roots, gli abiti no. Un casco argentato da motociclista e per cantare una cornetta telefonica. Quando si toglie giacca e pantaloni Bob scopre una tutina di lycra nera, sui lati i piccoli specchi rifrangono le luci, mentre sulla schiena campeggia la scritta Log. Le note sono pulite,  lo slide saltella sulla tastiera della chitarra. Il sound è contagioso.

Ad aprire la serata i Criminal Jokers, tre ragazzi apparentemente normali che una volta sul palco si trasformano in animali (nel senso migliore del termine) assalendo il pubblico con canzoni come This song is dead e la fulminante My mother got fucked. Il tratto inusuale della band è che il cantante suona anche la batteria: in piedi e sancendo un ritmo infernale. La chitarra si distorce, si butta per terra, vaga sul palco come un'anima in pena mentre il basso acustico tiene le fila di un discorso musicale coinvolgente.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati