A tutta musica, ma dopo le vacanze!

Concerti gratuiti o a prezzi accessibili nella cornice della Festa Democratica dal 28 agosto fino a metà settembre

News
Musica

Si torna dalla vacanze, ma la musica ci aspetta dietro l’angolo nella rituale cornice della Festa Democratica. L’ex Festa dell’Unità "perde il pelo ma non il vizio", offrendo ai milanesi un ricco calendario di concerti al Palasharp dal 28 agosto al al 21 settembre, alcuni dei quali ad ingresso libero.

DAL FOLK AL ROCK - Se pensate di avere un’anima folk con qualche incrinatura ska e rock, la Famiglia Rossi (28 agosto, Libero) fa proprio per voi. La band bergamasca si scatenerà a più non posso, scarabocchiando ritornelli musicali da album come Il gioco è bello quanto è bello e Lillipuziani. Si continua in ambito locale con un gruppo di Parabiago, che dal nome sembra di tutt’altra provenienza. I Punkreas (29 agosto, Libero) difendono alla grande il punk nel nostro Paese con la voce di Cippa che sa darsi totalmente alle composizioni musicali. C’è sempre da stupirsi quando di scena c’è il sound caldo e passionale di Tonino Carotone (30 agosto, Libero) o un power folk-trio come i Mercanti di liquori (2 settembre, Libero) , che spulciano a modo loro nel canzoniere di Fabrizio De Andrè.

DALL'ITALIA ALL'IRLANDA - liano Palma & i Bluebeaters (3  settembre) non la daranno vinta a nessuno, con quelli inseguimenti ska per acciuffare pop, raggae e musica legger; Elio e le storie tese (4 settembre) continueranno per la loro strada stralunata; Caparezza (5 settembre) metterà farà buon viso a cattivo gioco con quella sua aria di alieno musicale; Francesca Renga (6 settembre) spingerà l’acceleratore sulla musica melodica italiana e i Birkin Three (8 settembre, Libero) riporteranno a Milano il meglio della tradizione musicale irlandese.

MAI DIRE MAI - Dopo l'exploit di X Factor, Morgan si è fatto prendere dalla nostalgia e ha rimesso in piedi il progetto Bluevertigo (9 settembre), Pietro Pelù (10 settembre) è pronto per dimostrare che ha ancora qualcosa “da cantare”, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (11 settembre, libero) ci incanteranno con quelle irresistibili atmosfere soffuse. E tutto questo vi pare poco appena tornati dalle vacanze? Se non vi basta, chiedetelo a Max Gazzè (12 settembre), Baustelle (15 settembre), Marco Masini (16 settembre), Alex Britti (17 settembre) e il professor Vecchioni (19 settembre). 

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati