Presepi a Milano

Il Presepe: Artistico e Popolare

Tour tra una delle più belle tradizioni italiane, inventata secondo la leggenda da San Francesco in via di estinzione

In questi anni di piena secolarizzazione, le statuine del presepe scompaiono dagli scaffali perché non hanno più mercato, non ci resta quindi che fare visita ai più bei presepi antichi conservati delle chiese meneghine, visitabili nel corso di tutto l'anno. 

IL PIU' ANTICO - Il viaggio sulla scia della cometa di Melchior, Caspar e Balthasar verso Betlemme ha affascinato per secoli bambini e ferventi devoti. Il più antico presepe milanese superstite è collocato a Sant'Eustorgio (Porta Ticinese, Piazza S. Eustorgio, 6), nella cappella in cui si trova il sarcofago antico romano detto Arca dei Re Magi, che fino al 1164 conteneva quelle che si credevano essere proprio le presunte spoglie dei Re magi.

DI CARTA - La Chiesa di San Marco (Piazza San Marco, via Pontaccio) conserva un raro presepe del Settecento, fatto di grandi figure di carta, la cui fragilità non fa che accrescerne la bellezza. Dipinto ad olio su carta applicata a sagome di legno, restaurato per iniziativa di "Italia Nostra", ha finalmente ritrovato i suoi colori smaglianti. Il suo realizzatore fu il Londonio, scenografo della Scala ai tempi di Maria Teresa d'Austria.

DARK - Dark di colore e gotico nello stile. San Nazaro in Brolo (Corso di Porta Romana), una delle poche chiese a croce greca in città, conserva un presepe ligneo di rara bellezza. La Natività in altorilievo, attribuita alla scuola tedesca di Adam Kraft (della seconda metà del ’400), nel cesello fiammeggiante della cattedrale e nelle figure in legno d' ebano e dorate si possono riconoscere chiare influenze nordiche. 

FUORI CITTA' - Numerosi sono i presepi preziosi visibili in diverse cittadine fuori porta. Una segnalazione particolare merita una Natività in sagome dipinte a tempera su carta a grandezza naturale, di Giuseppe Carsana (1822-1889), dipinta intorno al 1868 che si trova nel Santuario della Beata Vergine Addolorata di Rho (Corso Europa 228 - Dal 07/12/2008 al 16/01/2009 - Orario: 9.30-12.00/15.00-18.30). La Sacrestia Vecchia della Certosa di Pavia ospita invece un grandioso trittico in avorio e osso di Baldassarre degli Embriachi, con scene della Vita di Gesù e Maria (1400-1409). Nel 1984 alcune formelle e statuette vennero misteriosamente rubate, furono ritrovate poi verso la fine di maggio del 1985 in una piazzuola fra i caselli di Portici ed Ercolano, sull'autostrada Napoli-Salerno, dagli agenti della squadra mobile partenopea recuperano, abbandonate in un contenitore. (Orario: 9.00-11.30/14.30-17.30 (chiuso i lunedì se non festivi).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati