Intervista a Patrizia Pellegrino

Da attrice a produttrice di un film che valorizza l'enogastronomia made in Italy

Patrizia Pellegrino ha un volto pieno di grinta perché è una donna appassionata della vita e del suo mestiere, muovendosi agiatamente tra teatro, cinema e televisione. Adesso nella sua carriera c'è una cosa curiosa: è produttrice del film Come le formiche - Wine e Kisses di Ilaria Borrelli, nelle sale dalla prossima estate. Una pellicola che valorizza l'enogastronomia italiana. 

Patrizia, lei è un'attrice poliedrica. Da dove nasce questa disinvoltura?
"Obbligatoriamente, arrivo da una lunga attività teatrale. Il palcoscenico, il rapporto con il pubblico, il fatto che comunque deve essere sempre buona la prima, porta un attore a diventare, naturalmente, attento ai vari mezzi espressivi. Comunque ho sempre intervallato al teatro il cinema e la tv".

Quanto facilita oggi la bellezza per mantenersi sulla cresta dell'onda?
"Oggi, come 3000 anni fa, molto o meglio, se poi non ci sono doti espressive, ahimè, si rimane una bella figurina".

Adesso è anche produttrice e utilizza il cinema in maniera diversa, facendo incontrare la settimana arte con i prodotti enogastronomici. Ci spieghi meglio?
"Il mio compagno e co-produttore Stefano Todini appartiene ad una famiglia di imprenditori che in provincia di Todi possiede delle tenute. E questo, se da un lato, mi ha avvicinato al mondo "agricolo", dall'altro, mi ha reso ancora più consapevole che il binomio cinema-territorio è qualcosa, da noi in Italia ancora trascurato, ma potenzialmente straordinario. Ecco una delle ragioni per le quali abbiamo posto in Come le formiche - Wine and Kisses tutto quanto ruota attorno al mondo agricolo. Così gli animali, il vino o il la riscoperta dell'agriturismo sono alcuni punti focali al centro della storia".

E il cinema per ritrovare bellezze nascoste nel nostro Paese? Predilige lo stile della fiction o del documentario?
"La fiction è qualcosa che più si adatta alle mie caratteristiche di attrice".

Internet sta cambiando il nostro stile di vita. Che rapporti ha col web?
"Trovo sia assolutamente necessario, indispensabile nella nostra quotidianità, ma non lo considero certo uno dei miei migliori amici".

Cosa ha nel taccuino per domani?
"Un mondo di sogni... e i sogni diventano realtà".

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati