Intervista

Intervista a Le Mentine di Barbara Compostella

Eleganza hand-made, stampati vintage, tulle colorato e capi romantici per creazioni uniche. Favole su misura per le principesse di oggi. Di ogni età.

Sui Navigli, il laboratorio creativo di una fatina della macchina da cucire. Barbara Compostella ha fantasie di flower, colori, pizzi e i suoi capi, Mentine, sono già negli shops più trendy della città. Siamo andati a trovarla nell'atelier dove realizza anche su misura.

Hai scelto come brand un nome che risveglia i sogni più freschi e dolci, che origine ha?
"Mentine è per me un nome molto evocativo: viene dai ricordi della nonna, che mi dava le caramelle e dalla quale ho ricevuto il dono della manualità. Mi accompagna sino ad oggi perché il nome della mia bimba è Clementina. Mentine è un progetto che si fonda su uno stile assolutamente unico; infatti ogni creazione è diversa dall'altra, proponendo anche abiti su misura. Eccezione per i baby, spesso con gli scampolini rimasti si realizzano simpatiche versioni 'mignon' per tutte quelle mamme e bimbe che amano giocare insieme. Mentine è un laboratorio creativo per rilassare l'anima divertendosi, giocando alla moda, esaltando l'importanza della femminilità, dove la donna torna ad esser tale, sempre determinata, sicura, animata da un fuoco di passione e romanticismo. Alla ricerca di uno stile particolare ed elegante. Senza rinunciare alla meritata comodità."

Barbara, raccontaci come è iniziata la tua avventura "tra gli scampoli".
"Non ho mai fatto un corso, quando facevo la stylist ho iniziato a creare un archivio, girando per mercatini e seguendo gusti e passione, ma non avevo mai cucito nemmeno un orlo! A marzo ho comprato la macchina da cucire e adesso creo e customizzo tutti i capi. E' stata una sorpresa anche per me! La prima borsa era un vestito infeltrito di mia figlia e poi ho prodotto una cintura, interamente cuciti a mano. Mi baso sul pezzo unico su misura, sempre personalizzato. È emozionante andare per mercerie, scoprire un stoffa ed accorgermi che nella mente c’è già un'idea del capo che realizzerò. Sono capi multifunzionali, smontabili, reinventabili e customizzabili in base alla stagione."

In Via Magolfa, casa e laboratorio si fondono insieme in un mix di tinte vivaci e atmosfera familiare. Hai trovato la formula magica tra atelier, mercati e vetrine?
"Amo il laboratorio creativo dove poter accogliere i miei clienti per realizzare insieme il loro vestito ideale, a partire dalla stoffa, da un modello o semplicemente da un'idea. È uno spazio dove, chi ne ha voglia, può perdersi tra i tanti tessuti vintage e floreali, stole e bottoni colorati, gustando una squisita torta homemade, un tè, ascoltando vinili jazz, rock&roll, classici, l'adorata Mina, scegliendo e creando il proprio stile e osando finalmente con i colori. Inoltre, tutte le ultime domeniche del mese sono al Mercatone d'antiquariato e del vintage sul Naviglio e i miei capi sono in vendita anche in negozi come Nana's Thrift Store e Le 18."

Il tuo stile piace molto, è onirico, allegro e appassionato: linee semplici e dettagli ricercati. Quali sono le tue muse ispiratrici?
"Riprendo uno stile più antico per esaltare una femminilità perduta, mi piace accostare materiali diversi, modelli che vanno dagli anni '50 ai '70. Coloratissime maglie, gonne al ginocchio e pomposi miniabiti ripercorrono gli stili seventies e impero, giocando con tulle, pizzi, plissè e tante balze, riprendendo la spiritosa verve di una moderna Mary Poppins. Per dare una ventata fresca di fiori e colori, dal profumo romantico e al tempo stesso innovativo. Oltre customizzare capi e accessori donna-bimbi, sto avviando anche la linea sweet home che vedo come diretto sviluppo della mia crescita e del percorso che sto facendo nel settore. Un mito è per me J.P. Gaultier, soprattutto quello dei primi anni, di crescita più estrosa. Mentine è anche ricerca e sperimentazione, ad esempio, il nero non è proprio nelle mie corde ma potrebbe entrarci, magari con un bel tulle fuxia!"

Sei su myspace e per settembre hai in cantiere un tuo sito per l'on line trade. Mentine avrà un futuro tecnologico?
"Mentine si distingue e manterrà sempre la sua autenticità, la spontaneità che nasce dalle passione forti, "di pancia". Premesso questo, è sicuro che il web apre orizzonti e possibilità infinite: ad esempio ho avviato una forma di merchandising con un'artista indie, Emyl, che ad ogni concerto indossa una mia creazione, ed è una bellissima esperienza che vorrei ampliare. Milano è una cttà stantia dal punto di vista creativo e per moda qui si intende il trend da seguire tutti come pecoroni, senza stile. Quest'estate sarò a Barcellona, città trendy e internazionale, a prendere ispirazione per la stagione autunno-inverno di Mentine."

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati