Intervista a Ghost

Niente "fantasmi", ma solo musica per il duo romano ospite del Mondadori Multicenter

News - Intervista

Alex ed Enrico Magistris sono due fratelli romani, che da bambini giocavano a fare i musicisti. Si sono dati da fare e così quel gioco si è trasformato in un mestiere. Ospiti di Sanremo Rock nel 2000, i Ghost sono apparsi in diversi programmi Rai e si sono guadagnati il disco d'oro con i singoli Aveva perso la testa e Farfallina. Li abbiamo incontrati in occasione del loro show case alla Mondadori di Milano, dove hanno suonato dal vivo il meglio del repertorio.

Come mai avete scelto questo nome da film horror?
"Ghost è un nome diretto e incisivo che ha fascino. Nell'universo dei fantasmi c'è un'atmosfera magica che coinvolge tutti e tutto".

Voi siete romani. Cosa ci raccontate dei vostri esordi nei locali e nelle cantine della capitale?
"L'inizio è stato difficile. Per chi non lo è quando sei una realtà sconosciuta. Per fortuna avevamo grinta da vendere. Grazie alla crescita professionale e ai consensi del pubblico, siamo riusciti a farci notare anche nei locali in auge".

Come è la nightlife a Roma di questi tempi?
"C'è molto più spazio rispetto a qualche tempo fa per suonare nei locali. E poi i media ci danno più attenzione".

Quanto ha fatto la tv ed Internet per agevolare la vostra visibilità?
"Internet è la nostra corsia preferenziale: ci permette quotidianamente di interagire con persone sempre diverse, essere presenti dapertutto e far conoscere la nostra musica nel mondo".

Parliamo di questo album: in quale contesto musicale lo identificate?
"Un pop-rock con influenze varie che spaziano dal funk-fusion fino all'etnico".

"Angie" è il vostro pezzo forte del momento...
"Osservando la realtà che ci circonda giornalmente, Angie è una ragazza che ha problematiche molto diffuse in cui tante ragazze si identificano".

Come avete trovato il pubblico milanese?
"Molto competente musicalmente, sempre molto attento e aperto alle novità e alle contaminazione musicali. E' una buona occasione per sfatare il mito che la platea è calorosa soltanto al Sud Italia".

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati