Intervista

Intervista a Daniela Santanchè

Politica, pr, manager: un'inntervista ad una donna speciale

Gentile pubblico,
oggi sono un bel po’ emozionato. Trovo sulla mia poltrona niente di meno che un onorevole. Ma non di quelli barbosi e “spenti”, ma vivace, affascinante e glamour.
Intervistiamo oggi, infatti, l’on. Daniela Santanchè, deputata di Alleanza Nazionale, manager di successo, esperta di comunicazione e immagine.

Buonasera Onorevole.
Buonasera.

Con un po’ di emozione, Le voglio fare alcune domande, ma non sulla sua vita privata né tanto meno su quella politica. Mi piacerebbe conoscere le sue idee sul mondo dell’intrattenimento, partendo dalla sua esperienza di organizzatrice di grandi eventi.
Innanzitutto, se vuole, Le racconto la mia esperienza e le mie origini come agenzia di grandi eventi. Ho incominciato 14 anni fa. Ed ho raccolto una favolosa esperienza ricca di grandi successi, applicandomi con grande volontà grazie alla quale ho raggiunto risultati importanti. Gli eventi che ricordo con maggior soddisfazione sono il Convivio, Telethon, eventi in collaboarazione con TIM, Deutch Bank. Le aperture alle settimane della moda in collaborazione con Condè Nast.

Qual è la cosa più bella quando si organizza un evento? 
E’ l’idea dell’evento. Vederla nascere e crescere fino alla sua realizzazione. E’ una cosa che riempie di molta soddisfazione. E poi, un’altra bella esperienza che nasce dall’evento è il contatto con le persone, che bisogna selezionare al massimo e coltivare attraverso inviti e relazioni.

Quanto conta per Lei l’immagine oggi?
E’ fondamentale. E’ il biglietto da visita di ogni cosa. Un locale o anche un evento ha successo grazie anche all’immagine che ha dato di sé. E questa la si costruisce attraverso una mailing list curata e selezionata. Attraverso inviti ad hoc. Attraverso bella gente, belle ragazze. Un servizio di prima scelta e musica e deejays all’altezza.

Lei è proprietaria di uno dei locali di maggior successo “ il Billionaire”... quale la sua carta vincente?
Sono proprietaria  del Billionaire in Sardegna e del Twiga in Versilia. Per il Billionaire devo dire che la vera forza è Flavio Briatore, che insieme a me ha creduto in questo progetto e lo porta avanti. Gli ospiti internazionali, la bella gente selezionata che lo frequenta e lo staff che prepara le serate garantiscono a questo locale una buona fama ed un’ottima immagine. Abbiamo affidato, inoltre, la ristorazione a Cipriani, un nome e una garanzia di ottimo servizio e alto profilo.

Se dovesse dare un consiglio a coloro che gestiscono locali?
Direi di non avere paura, osare. Credete nell’innovazione. Soprattutto musica e clientela deve far parlare di voi. Non badate alla “cassa” per i primi tempi... meglio bella gente, magari che non riempia il locale, con all’esterno gente che prema per entrare, ma che non farete accomodare nel locale... piuttosto che avere molti paganti ma poco selezionati, che poi vi facciano cattiva pubblicità.
Le p.r. sono molto importanti. L’immagine del locale deve essere curata nei minimi dettagli.
Ma soprattutto: mettete passione nel vostro lavoro. Nessun lavoro, se fatto con passione, è part-time, ma sempre full-time.
Ricordate: non è importante tanto l’idea, quanto la passione per realizzarla.

Se non avessi un po’ di soggezione di questa donna così famosa ed importante... la bacerei.
Mi sembrano degli ottimi consigli...meditate gente... meditate!

di Damiano Caron

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI