Intervista a Claudio Bisio

Torna Zelig con un cast di 35 artisti fra miti, grandi conferme e nuove leve

Sguardo sorridente, occhi furbetti, battuta sempre pronta. È il simpaticissimo Claudio Bisio che, dopo un'applaudita parentesi tra cinema, teatro e tv, rimette le vesti di conduttore dello spettacolo tele-teatrale Zelig, che ritona il 28 settembre in prima serata sugli schermi di Canale 5, ma in una nuova location: il Teatro degli Arcimboldi.  Al suo fianco la genuina e sincera bellezza dell'uragano spagnolo Vanessa Incotrada.

Claudio, Zelig è un'istituzione. Se dovessi raccontarla con tre battute storiche, quali ti vengono in mente di getto?
"Ci sono stati tantissimi tormentoni. Non so, per esempio bravo detto da Raul Cremona, le battute Noir di Ale e Franz nei panni di Jin e Fizz, o anche quelle del Mago Forest . Ed anche quest'anno ce ne saranno altre. Durante le prime registrazioni (iniziate il 24 settembre, ndr.), Raul Cremona ne ha lanciata una nuova: diciamo così, diciamo cosà”.

E il pubblico come ha reagito?
"Be', è riuscito a far ripetere a 2500 persone quella stessa battuta!"

Zelig si presenta come un programma di varietà. Questo genere televisivo prevede al suo interno degli ospiti. Ci sarà qualcuno quest'anno?
"Noi siamo già tantissimi. Sul palco ruoteranno 35 artisti, fra ritorni, nuove proposte e grandi comici (Giobbe Covatta, Gioele Dix, Enrico Brignano). Vorremmo invitare Miguel Bosè per farlo duettare in spagnolo con Vanessa".

Quali sono i pregi di Vanessa?
"È una donna. Sa cantare e sa far ridere".

Quali novità quest'anno sul palco di Zelig?
"I capelli! Sì, perché Katia&Valeria faranno la parodia del programma di Maria de Filippi Uomini  e Donne: io sarò il tronista conteso da due donne che litigano e si insultano a più non posso."

Da "collega di lavoro", cosa ne pensi del fenomeno Beppe Grillo?
"Grillo faceva ridere. Faceva il comico. Ma di questo non voglio parlare".

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.claudiobisio.it