Intervista a Angelo Baiguini

A tu per tu con uno degli speaker storici di Rtl 102.5

Il 5 maggio Rtl 102.5 ha organizzato un grande evento live a Bergamo in
collaborazione con la squadra di calcio dell'Atalanta. Purtroppo il concerto, dove dovevano essere ospiti numerosi big della musica italiana, è saltato.  Noi abbiamo comunque incontrato Angelo Baiguini, speaker del network radiofonico dal 1989.

Anche Rtl 102.5 vuole seguire la tendenza di molte radio nazionali ad organizzare eventi dal vivo in occasioni speciali, come recentemente ha fatto Radio Italia al DatchForum,secondo te perché?
"I primi a farlo fummo noi nel 1995 e per i 10 anni seguenti abbiamo organizzato tour estivi e manifestazioni in grandi piazze. Perche' l'abbiamo fatto? Per essere ancora piu' vicini ai nostri ascoltatori sparsi per l'Italia e avere con loro un contatto fisico, per essere normali non solo delle voci."

Tu sei uno degli speaker storici di questa radio, quali sono secondo te i suoi punti di forza?
"Una sola frequenza nazionale in tutta Italia, 102.5 appunto; la musica che spazia dalle hit straniere a quella italiana di successo senza tralasciare i pezzi più forti del passato,  quelli a cui ognuno di noi lega inevitabilmente bei ricordi, o le novità che secondo noi diventeranno dei successi; i conduttori e un'ottima redazione, abbiamo notiziari in diretta 24 ore su 24."

Potresti descrivere con due aggettivi il lavoro dello speaker?
"Magico e divertente, ma anche impegnativo e serio; sapere che tantissima
gente ti ascolta ti trasmette una sensazione di magia, è piacevole e divertente affrontare un argomento durante un programma e vedere che nel giro di pochi secondi gli ascoltatori sono pronti ad interagire e ti inondano di sms, sentire che sono sempre lì presenti e attenti ti appaga e ti riempie di soddisfazione;  ma al tempo stesso proprio perchè quando parli sai che ti rivolgi a molta gente ti fa sentire addosso un po' di
responsabilità..."

Ed un tuo palinsesto radiofonico ideale?
"Il nostro non e' male....dedica il giusto spazio all'informazione seria, alla musica, all'intrattenimento spensierato, trattiamo temi di attualità, sport, diamo spazio agli ascoltatori...li seguiamo durante tutta la giornata 24 ore al giorno sempre in diretta...insomma cerchiamo di accontentare un po' tutte le esigenze!"

Oggi nel fare radio in Italia quale importanza hanno intrattenimento,
informazione e musica?
"Nell'ordine: musica, informazione e intrattenimento. Penso che una bella canzone sia il primo motivo che convince una persona a fermarsi su una frequenza radiofonica piuttosto che su un'altra."

Secondo te come è cambiato il mondo dei network radiofonici con Internet?
Per la radio e' uno strumento di maggiore diffusione e un'utile vetrina interattiva, grazie al pc e ad Internet abbiamo un sacco di ascoltatori sparsi per il mondo che riescono a seguirci,  ma non siamo ancora alla concorrenza...la radio ha sicuramente ancora il suo fascino.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.rtl.it