Tutti Mart per Rovereto

Trascorrere le feste natalizie in Trentino, fra arte e tradizioni gastronomiche

Non lontano dal Lago di Garda, incorniciata dal bianco delle Dolomiti, a pochi chilometri da Trento, l'elegante cittadina di Rovereto è il principale centro della Vallagarina. In occasione delle festività natalizie offre un ricco calendario di iniziative, ideali sia per una gita fuori porta, sia per un lungo weekend.

IL NATALE DEI POPOLI – Le vie del centro di Rovereto, fino a domenica 2 gennaio, sono animate e illuminate da uno speciale mercatino: 58 casette in legno che vendono prodotti artigianali e prelibatezze del territorio, tipicità provenienti da tutto lo stivale, dai sapori salentini ai manufatti siciliani. Lo shopping prosegue poi tra le botteghe che delineano il percorso dal Museo di Arte Moderna e Contemporanea alla Casa d'Arte Futurista Depero. Chi ha voglia di unire sport e divertimento, può scegliere di pattinare sulla pista di ghiaccio allestita fino al 6 gennaio in piazza Malfatti.

MODIGLIANI E DINTORNI – Rovereto è anche una città d'arte. Arte che si esprime tra i suoi opulenti palazzi settecenteschi lungo Corso Rosmini e Corso Bettini, ma soprattutto grazie ad un attivo circuito museale. Al Mart, dal 18 dicembre al 27 marzo, è in programma la mostra Modigliani scultore, eccezionale occasione per ammirare i ritratti in pietra del grande artista toscano. Opere rare, provenienti da importanti centri, come la Tate Gallery di Londra. Da non perdere, una visita alla Casa d'Arte Futurista, "la casa del Mago" come la definì Marinetti, per ammirare i 3.000 oggetti lasciati da Fortunato Depero, pioniere del design contemporaneo. E ancora il Museo Storico Italiano della Guerra, il Museo Civico, ospitato nella Fortezza medievale, fino a spingersi verso i vicini castelli di Beseno, di Castellano, di Avio, Castel Pietra, Castel Noarna e Castel Corno. Gli appassionati di moda, non possono rinunciare a scoprire il borgo di Ala, località certificata dal Touring Club, celebre per essere il centro della tessitura dei velluti di seta. È impreziosito dai due palazzi barocchi de' Pizzini che, oltre a ospitare il museo del pianoforte antico, custodiscono un telaio storico. Bellezze da Italia 10 e lode! E la neve? Le più vicine stazioni sciistiche sono quelle di Polsa (ideale per snowboarder), San Valentino (40 chilometri di piste da discesa) e San Giacomo (per lo sci da fondo).

POLENTA E MARZEMINO – Nobilitato l'animo, è poi tempo di deliziare il palato. Perché tanti sono i sapori e i luoghi del gusto a Rovereto. Nei forni della città vale la pena di andare alla ricerca dello zelten, tipico dolce delle feste, molto nutriente, preparato con farina, uova, burro, zucchero e arricchito da noci, fichi, mandorle, pinoli e uva sultanina. Tortello di patate con speck e scaglie di formaggio Vezzena; carpaccio di carne salada con rucola e Trentingrana; e lo stracotto d'asino con polenta sono i piatti della tradizione proposti dal ristorante Novecento nel cuore della città. Pausa caffè e aperitivo nello storico bar Bontadì, aperto nel 1790; sorsi in tazzine dal design futurista al Caffè del Mago. E ancora, vini e grappe selezionate dall'enoteca Stappomatto. Per un calice di Marzemino doc, l'ideale è la Cantina D'Isera, a soli cinque chilometri da Rovereto.

Voglia di partire? Sono disponibili dei pacchetti weekend a partire da 103 Euro, che comprendono due notti, l'ingresso alla mostra di Modigliani, alla casa d'Arte Futurista e una cena con menu tipico.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati