Fuori Porta

L'Appennino vien mangiando

Una staffetta di gusto fra i tesori dell'enogastronomia parmense. Fino al 30 maggio

Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma DOP, Tartufo Nero di Tragno. Accanto ai marroni di Campora, funghi Porcini e Prugnoli e altri gioielli del bosco. E, poi, patate, miele, selvaggina. Sono alcune eccellenze della cucina tradizionale dell'Appennino Parma Est. Un mix di sapori schietti e genuini che si sposano con i vini spumeggianti dei Colli di Parma. E si possono degustare in prelibate preparazioni a L'Appennino vien mangiando. Rassegna enogastronomica tra gusto e natura, in calendario fino al 30 maggio in 8 comuni del distretto (Calestano, Corniglio, Langhirano, Lesignano De' Bagni, Monchio delle Corti, Neviano degli Arduini, Palanzano e Tizzano Val Parma).

Una staffetta golosa che, di weekend in weekend, coinvolge ristoranti, osterie, rifugi e agriturismo impegnati a valorizzare i prodotti della terra con invitanti accostamenti fra tradizione e innovazione. Dalla immancabile "torta fritta" con salumi misti ai tortelli caserecci in tutte le salse (di patate, d'erbetta, al radicchio), dalle lumache in umido al fagotto di spalla cotta o cinghiale con polenta. Ma l'Appennino parmense non regala solo delizie per il palato. Molti sono i borghi storici, impreziositi da antiche pievi e imponenti castelli, da scoprire a piedi, a cavallo, in mountain bike lungo percorsi e sentieri immersi in una natura intatta. Dove il tempo sempre essersi fermato. E dove non è difficile fare incontri ravvicinati con animali selvatici.

  • PROSSIMI APPUNTAMENTI
  • 23, 24, 25 aprile
  • Neviano degli Arduini
  • 30 aprile, 1 e 2 maggio
  • Langhirano
  • 7, 8, 9 maggio
  • Tizzano Val Parma
  • 14, 15, 16 maggio
  • Corniglio
  • 21, 22, 23 maggio
  • Palanzano
  • 28, 29, 30 maggio
  • Monchio delle Corti
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati