Che val la Bregaglia!

A due passi da Milano, per gli amanti della montagna, un luogo di artisti, di natura e di raffinata gastronomia

Divisa tra Svizzera e Italia, la val Bregaglia è una meta di sicuro interesse per molti tipi di escursionisti e appassionati di montagna, con cime come il pizzo Badile che rievocano pagine eroiche dell'alpinismo. Le sue ricchezze naturalistiche, gastronomiche e culturali la rendono però piacevole anche a chi in montagna non cerca solo emozioni forti, ma piaceri più sottili per la mente e il palato o, semplicemente, paesaggi incantevoli. Come quelli di Maloja che a fine '800 affascinarono il pittore Giovanni Segantini che volle ritirarsi qui per ispirarsi alla rustica bellezza del luogo.

I PANORAMI DEL MALOJA – La val Bregaglia comincia a Maloja, alle sorgenti del fiume Maira. Con una breve escursione, che inizia proprio dietro la casa-atelier di Segantini, si risale un facile pendio fino alla Torre Belvedere, edificio dell'800 da cui si gode una magnifica vista sulla valle, su St. Moritz e l'Engadina mentre l'innevato passo del Muretto ci separa dalla Valmalenco. Caratteristica dell'escursione sono le numerose marmitte dei giganti: pozzi scavati da massi erranti negli strati di roccia durante la ritirata degli antichi ghiacciai. Scesi a valle, il primo paese che si incontra è Casaccia da dove inizia (o finisce, secondo la direzione che si prende) il facile Sentiero Panorama che percorre la Bregaglia a mezza costa fino a Soglio, con squarci mozzafiato sui gruppi della Sciora, del Cengalo e del Badile.

LE STREGHE DI VICOSOPRANO – Circa a metà del tragitto tra Maloja e l'Italia si può fare tappa a Vicosoprano, il paese delle streghe. Sì, perché qualcosa più che una leggenda vuole che in passato alcune donne siano state processate e condannate per questo motivo. Il Pretorio, palazzo del XVI secolo, con la sua aula di tribunale, la torre rotonda, le sale di tortura, le celle è il testimone di quei secoli e gli affreschi moderni del pittore engadinese Constant Könz rendono bene l'idea della violenza sulle donne. Ma Vicosoprano si fa apprezzare anche per altre cose: l'eccellente cucina e l'ospitalità dell'hotel Piz Cam, per esempio, i prodotti della Latteria locale e un centro storico intatto, con case, fontane, balconi fioriti e l'antico lavatoio ancora in funzione.

STAMPA E LA SAGA DEI GIACOMETTI – Da Vicosoprano un comodo sentiero lungo il fiume porta in un paio di km a un altro paese della valle la cui storia si allaccia strettamente all'arte e ad alcuni importanti personaggi della Bregaglia. Siamo a Stampa, patria dei Giacometti, famiglia di pittori, scultori e architetti il cui esponente più noto è Alberto, artista di spicco dell'ambito surrealista parigino. Lui stesso, i suoi antenati e i suoi fratelli hanno lasciato qui importanti opere d'arte raccolte nel Museo Ciäsa Granda (Casa Grande), palazzo del 1581 che ospita le più importanti testimonianze culturali della valle. Documentazione etnografica, mineralogia, naturalistica e una sala dedicata alle opere dei Giacometti e di Varlin (Willy Leopold Guggenheim), bregagliotto d'adozione. Sull'altra sponda del fiume, le torrette merlate di Castelmur indicano un altro luogo di interesse culturale: il palazzo costruito nel '700 e ampliato alla fine del secolo successivo in stile neogotico. Interessantissimi gli interni, in stile Luigi Filippo, con gli arredi, le decorazioni, le tappezzerie originarie che oggi fanno da quinta a mostre e installazioni di artisti contemporanei. Una bella full immersion nell'arte a quattro dimensioni.

CASTAGNE DA CHEF – All'altro capo del Sentiero Panorama c'è Soglio: un paese-cartolina in magnifica posizione tanto che nel giardino botanico di Palazzo Salis (oggi hotel) crescono piante mediterranee (a 1.090 m di quota!) e due gigantesche sequoie. L'intero paese mescola architetture rurali e palazzi signorili, segno di una passata prosperità dovuta ai traffici tra i due versanti delle Alpi. Oggi il gusto per il bello e la raffinatezza si possono apprezzare alla tavola dello chef Philippe Cicognani o in semplici escursioni nei dintorni del paese dominato dall'inconfondibile sagoma del Pizzo Badile. Base dell'alimentazioni contadina nei secoli passati, la castagna è ora una specialità gourmet usata a tutto pasto: dai primi (pasta di farina di castagne) ai dessert senza dimenticare i distillati. Le castagne della Bregaglia vengono per la gran parte dal castagneto coltivato di Castasegna, il più esteso d'Europa di questo tipo. Un sentiero didattico ad anello guida il visitatore tra le piante e le "cascine" (rustiche baite dove si lavorava il frutto) e introduce al vasto mondo della castagna e dei suoi utilizzi. In ottobre si svolge anche una festa a tema.

PIACERI IN VILLA – Passata a Castasegna la frontiera, la Bregaglia continua in territorio italiano. Unica diversità, il nome del fiume che da Maira diventa Mera. Ancora più splendide le bellezze, come villa Vertemate Franchi a Piuro. Nel '500 questo paese godeva di ricchezze immense, frutto dei commerci tra l'Impero Asburgico, la Repubblica di Venezia, gli stati tedeschi e la valle del Reno, al punto che una delle famiglie più abbienti si fece costruire questa dimora di campagna in grado di competere con le più famose ville venete e medicee. Siamo in pieno rinascimento e i saloni, le stanze, i corridoi, gli scaloni della villa sono decorati con affreschi in stile classico, statue, camini, soffitti a intaglio che esaltano la cultura e la raffinatezza dei committenti. Il giardino, la pescheria e la cappella completano l'insieme che si salvò fortunosamente dalla frana che nel 1618 seppellì l'antica Piuro distruggendola per sempre. Con Piuro siamo però anche arrivati alla zona dei "crotti", le cantine naturali in cui da secoli stagionano i prelibati prodotti di montagna: formaggi d'alpe, vini e salumi. Per una sosta golosa o uno shopping di gusto prima di rientrare in città.


  • DA SAPERE

  • PER INFORMAZIONI 
  • Bregaglia Engadin Turismo Tel. 0041.818221555 www.bregaglia.ch 

  • MANGIARE&DORMIRE 
  • Vicosoprano 
  • Albergo Piz Cam, tel. 0041.818221280 www.pizcam.com Il plus dell’albergo e del ristorante è la famiglia dei gestori. Per sentirsi come a casa (senza dover cucinare!) 

  • Soglio 
  • Albergo e ristorante Palazzo Salis, tel. 0041.818221208 www.palazzosalis.ch In un ambiente prestigioso e raffinato, con la marcia in più data dalle preparazioni di Philippe Cicognani 

  • Castasegna 
  • Ristorante garni Post, tel. 0041.818221060 Di fronte a villa Garbad, a pochi metri dal confine e dal percorso didattico del Castagneto 

  • Prosto di Piuro 
  • Crotto Belvedere, via alla Chiesa 6, tel. 034333589 Antico crotto posto proprio in riva al Mera. Con possibilità di alloggio
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati