Acqua ghiacciata, acqua bollente

Bormio, Santa Caterina e Livigno aprono le piste da sci. E dopo una fredda discesa, il tempo delle terme

È partita la stagione sciistica in Valtellina. Bormio, Santa Caterina, Livigno riaprono gli impianti di risalita. E se la prima è la meta ideali per gli appassionati dello sci alpino, le altre due destinazioni sono perfette per gli amanti del fondo.

A TUTTA NEVE - In località Bormio vengono riattivati tre impianti, distribuiti su due piste rosse che tagliano il comprensorio da 3.000 a 2.450 metri di altezza. Lo skipass giornaliero fino al 30 novembre costa 22 Euro (informazioni al numero 0342 901451). Santa Caterina, nel cuore del Parco dello Stelvio, dischiude quattro chilometri di pista per lo sci di fondo (skipass a 7 Euro per tutta la stagione; informazioni al numero 0342 935544). A Livigno, ci si può dilettare lungo i tre chilometri praticabili della pista da fondo in località San Rocco (accesso gratuito sempre; informazioni al numero 0342 996915).

VAPORI TERMALI - Trovandosi a Bormio, vale la pena fare una visita alle terme, immergendosi nelle calde e salutari acque dei Bagni Vecchi. Sono organizzati in sei percorsi termali: si passa dal rilassante al rigenerante, dal disintossicante in grotta al tonificante fino a quello di rinascita. In alternativa, ci si può affidare alle cure della Spa Bagni Nuovi: è articolata in aree settori intitolati alle divinità greche, tre indoor (Grotta di Nettuno, Bagni di Giove e Bagni di Ercole) e uno outdoor (Giardini di Venere.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati