Un angolo di Cuba

Sapori e profumi criolli a due passi da Milano

Poco distante da Milano un angolo di Cuba vi attende. E' il ristorante Tocororo dove ogni dettaglio rimanda alla più grande delle Antille. A partire da mobili, lampade, oggetti e suppellettili per arrivare a quadri e decorazioni, eseguiti dalla pittrice Zaida Del Rio. Passando per il Ranchon, interamente in legno, e per il cibo, preparato dallo chef Machy Fernàndez Domìnguez secondo il più autentico spirito creolo.

BOCCONI SQUISITI - Adriana e Vittoria Comini, le due titolari, sono un po' manager e un po' mamme della location. Dove assaggiare: vegetales rellenos (verdure ripiene cotte in forno); eschabeche de pescado espada (pesce spada marinato con verdure); arroz frito a la cubana (riso saltato con verdure, uova e prosciutto); e mixto de frituritas (crocchette di patate e di mais e striscioline di pesce fritto). Per proseguire con aragosta cubana intera (importata da La Isla Grande); camarones a la parilla, al ron, o rellenos (gamberoni alla griglia, al rum o ripieni); paella a la cubana (per due persone); tamal in cazuela de maiz (polenta gialla con carne di maiale e verdura messa al forno); gran grigliata Tocororo; e lechonsito entero (minimo per dodici persone), cotto al forno in salsa di arance amare e limone. Intorno? Riso nero (o bianco con fagioli neri), banane fritte e yucca. Insieme? Birre cubane, vini bianchi e rossi italiani e Mojito (qui lo preparano secondo la ricetta tradizionale, con succo di lime, zucchero, menta, due gocce di angostura, rum bianco e ghiaccio). E in finir di serata, rum Cubay invecchiato tre, cinque e sette anni.

A PRANZO - Ben undici le opzioni-menu per la pausa di mezzogiorno, tutte in stile italiano e a 8,50 euro, acqua e caffè compresi. Se, al contrario, si preferisse gustare qualche piatto più tipico, a 10 euro (sempre con acqua e caffè) ecco picadillo a la habanera (carne macinata di manzo con salsa di pomodoro, olive e verdure), e lomo ahumado alla griglia con riso bianco e patatine fritte.

TANTO MOVIMIENTO - Tutte le sere è la musica dal vivo a rendere frizzante l'atmosfera, con tanto di salsa e balli latino-americani orchestrati da Guillermo Espinosa, cantante del gruppo Cubamania, lo stesso che ogni ultima domenica del mese dà vita ai ritmi del Cubaneando, maratona danzerina no-stop dalle 14 alle 24. Dedicata a tutti i cubani residenti in Italia e a tutti coloro che amano l'alma de Cuba. Inoltre, in contemporanea con i festeggiamenti a Cuba, si organizzano eventi tematici come la Santeria, la festa di tutti i Santi (17 dicembre), durante la quale viene allestito un altare e i ballerini inscenano, ciascuno con movimenti dedicati a un santo, una danza speciale.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati