Pappa Pop-Up

Nasce a Milano il primo temporary restaurant. E il gusto si fa emozione

Alcuni locali aprono. Altri chiudono. E certuni aprono e chiudono. Nello stesso mese. Accade per il Pop-Up - Temporary Restaurant, che accoglie gli ospiti fino alla fine di novembre in via Tortona 32, nel cuore pulsante del design e dell'arte. Un esperimento che lancia indubbiamente una tendenza: quella trasformare il momento dell'assaporare in un evento emozionale. Come in realtà dovrebbe sempre essere.

L'IDEA
- Il progetto è di Spoon Group. E il concetto è quello di dar vita a un luogo avvolgente e coinvolgente, sia dal punto di vista estetico che di quello concretamente legato al food. Insomma, parola d'ordine: originalità. Del resto, qui, tutto è all'insegna della creatività. A partire dalla location: un'ex carrozzeria. Sublimata in uno spazio dove il mangiare diviene parte integrante di un'esperienza sensoriale. Ecco allora le aree relax, fra salotti e arredi di charme; la "sala da pranzo" ritmata da tavoli e sedie una diversa dall'altra, nonché da una mise en place dallo stile contemporaneo; la zona cooking show, con tanto di chef a realizzare in diretta i piatti e a spiegare le ricette; e un angolo ludico-ricreativo animato da Nintendo Ds, che presenta La Guida in Cucina, virtualissimo supporto per preparare con fantasia deliziose pietanzine.

IL GUSTO - Oltre che per osservare, da Pop-Up si va soprattutto per pranzare e cenare. In menu, tante proposte appetitose, capaci di rendere omaggio ai prodotti tipici e alle specialità italiane con un tocco d'estro. Per il lunch si va dalle zuppe alla pasta e al riso, interpretati ogni giorno in modo differente. Della serie, minestra di polenta e patate con spuma di Gorgonzola; risotto al radicchio tardivo di Treviso mantecato al Bettelmat; e ravioli del plin. Per il dinner, invece, ecco una vera e propria degustazione tematica a base di ingredienti stagionali come zucca, funghi e tartufo. Qualche assaggio? Tortino ai funghi di Borgotaro in sfoglia croccante di robiola; carpaccio di girello marinato della Val di Non con scaglie di Montasio e sedano croccante; caramelle piacentine al Parmigiano Reggiano con brunoise di verdurine al burro versato; e filetto di San Pietro in guazzetto mediterraneo al fiore di cappero. In abbinamento, vini al calice serviti dal sommelier. Il prezzo del menu-degustazione? 38 euro. Per prenotazioni: tel. 02 99048359.

QUANDO - Il temporary restaurant è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 23. Ma è meglio controllare la disponibilità sul sito http://www.spoongroup.it/ (dove trovare anche i menu della cena). E nel weekend? Sabato 15 e domenica 16 novembre, alle ore 11, vanno in scena simpatiche lezione di cucina dedicate a dolci e dolcetti per le feste.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati