Nuovo Smeraldino

In piazza XXV Aprile sboccia la primavera con un nuovo bistrot che profuma di mare

In piazza XXV Aprile spira una fresca brezza di mare. È il profumo del Nuovo Smeraldino, moderno bistrot dove il pesce regna sovrano. Nata dalle ceneri dello storico Smeraldino, di cui conserva solo il nome, la nuova insegna contribuisce al rifiorire di una zona di Milano in pieno fermento, un'area completamente rinnovata che finalmente vive un'inedita primavera. Affacciati sull'elegante piazza pedonale dove sorgono gli ottocenteschi caselli daziari di Porta Garibaldi, è possibile trascorre una piacevole pausa pranzo o cenare fino a tardi. E riscoprire la bellezza di un angolo della città, osservandolo dalle ampie vetrate o dal dehors esterno.

SENTORI MARINI
- Indole mediterranea, piglio contemporaneo, spirito sobrio e raffinato: il Nuovo Smeraldino (che porta la nota firma di Massimo Innocenti e della sua Spontini Holding) propone con disinvoltura una cucina di mare classica, in un ambiente luminoso e rilassante, declinato nelle tonalità del legno e del bianco panna. Ed espone sul lungo bancone il pescato della notte, pregiata materia prima da gustare cruda, fritta, alla griglia o cotta nel forno a legna. E così, freschissimi fuori carta affiancano le proposte del menu principale. Si va dalle tartare e dai carpacci di tonno, salmone, spada e branzino al gran plateau di crudités, un tripudio di conchiglie, crostacei, molluschi e pesce crudo tagliato al coltello. E ancora, antipasti tiepidi e caldi come la tenerissima insalata di mare, la pepata di cozze, i crostacei alla catalana o il piatto di scampi e cannellini. E poi? Pasta e riso preparati secondo la tradizione o rivisitati in originali ricette. Qualche esempio? Risotto con gamberi rossi di Mazara del Vallo e mascarpone, spaghettoni di grano Senatore Cappelli alla polpa di granchio e carbonara di mare con cappesante a dadini saltate nell'olio e mantecate con il corallo.

PROFUMO DI LEGNA - Ma non finisce qui. Perché oltre al gustoso pesce, che è sempre pescato e mai d'allevamento, dal forno a legna del bistrot escono anche fragranti pizze. Basse e tradizionali, sfoggiano abbinamenti classici e intriganti proposte marine. Ecco allora che la Smeraldina è un viaggio nel Sud a base di cipolla rossa di Tropea e gamberi, mentre la Scoglio è un profumato mix di pomodoro, basilico e pesce in conchiglia. E poi ci sono le focaccine. Da provare, perché no, prima di tuffarsi nel blu: spada affumicato e rucola si incontrano nella Mare, zucchine, melanzane e trevisana sono la proposta della Vegetariana.

NIGHT & DAY - Seguendo i ritmi della città, il Nuovo Smeraldino indossa una doppia veste di giorno e di sera. Se a pranzo offre una formula veloce per il business lunch a prezzi contenuti, con una selezione di proposte a tema marino, a cena propone un menu alla carta con cucina attiva fino a mezzanotte. E per chi fa le ore piccole? Nessun problema, il bistrot resta aperto fino all'una di notte.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati