No(o)n solo locale

Perché il Noon abbraccia anche il mood del food

A tutti è conosciuto come lounge bar dove assaporare buoni, ricchi e sfiziosi aperitivi. E siamo d'accordo. Ma non tutti sanno che il Noon nasconde un lato gastronomico che non è certo da trascurare. Ora più che mai, visto che c'è un nuovo e giovane chef a condurre la brigata di cucina: Walter Ciocca, bravo, attento, preciso. Che con mano leggera vola sulle ali dell'originalità.

FOOD CHIAMA BEVERAGE - A Walter piace giocare con gli ingredienti. Sperimentando anche inconsueti abbinamenti. Come quelli che contemplano la felice unione di materie prime prettamente destinate al food e altre vocate al beverage. Succede nell'insalatina di granchio reale su lamelle di patate al rum bianco, rimando non banale al Mojito; nel filetto (di fassone piemontese) al Pimm's e cetriolo; e nella tartare di tonno preparata con menta fresca, capperi, pomodorini di Pachino, sedano bianco, limoncello e cipolla di Tropea a latere. Delicatissima e dal verace tocco mediterraneo.

CLASSICI E CURIOSI - Semplice e schietta per certi versi, la cucina walteriana si rivela anche alquanto raffinata, sia nella presentazione delle pietanze che nella pulizia degli ingredienti. Che si distinguono perfettamente l'uno dall'altro. Anzi, si esaltano a vicenda, in un equilibrio di sapori e di colori. Morbidissimi, fino a sciogliersi in bocca, gli gnocchetti caserecci al branzino e rucola sono l'apoteosi della delicatezza; mentre i ravioli con ripieno di branzino e corredo di melone e menta stupiscono per l'accostamento fresco e intrigante; e la crema di carote al profumo di basilico esce dagli schemi della solita zuppa. E che dire del rombo chiodato ai carciofi in salsa di zafferano se non che l'ittica materia viene sublimata da una cottura ad hoc? Nulla, solo provare. Come da ordinare è il flan al cioccolato caldo con ciuffetto di panna. Rimembra le confortevoli tazze di cioccolata sorseggiate nei freddi autunni.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati