Chef's Cup - Alta Badia

Food

La Chef's Cup chiama Milano

Un manipolo di cuochi meneghini parte per le cime dolomitiche

Cinque chef milanesi mettono gli sci. Scivolano sulle piste dell'Alta Badia e poi preparano un brunch gourmand: suggellato dalle bollicine Ferrari e ospitato nella soleggiata terrazza panoramica dell'hotel Ciasa Salares di San Cassiano. Accade martedì 24 gennaio e gli attori sono Andrea Berton de Il Ristorante Trussardi alla Scala; Claudio Sadler, di casa sul Naviglio Pavese; Andrea Aprea del Vun del Park Hyatt; Sergio Mei de Il Teatro del Four Seasons e Giancarlo Morelli dell'Osteria del Pomiroeu di Seregno. Cinque talenti dell'alta cucina meneghina che lasciano la Madonnina per partecipare alla Chef's Cup Südtirol, di scena tra le vette altoatesine dal 22 al 27 gennaio.

Una manifestazione chic e golosa, pronta a intessere eventi e appuntamenti all'insegna dell'eccellenza. In uno slalom fra colazioni al rifugio Col Alt, ciaspolade con pranzo nelle malghe, aperitivi ladini e cene al Club Miritzino di Piz La Ila. E ancora, show cooking, corsi di cucina, ski-safari e gourmet safari presso i tre DoloMitici: gli stellatissimi Norbert Niederkofler del St. Hubertus (dell'hotel Rosa Alpina di San Cassiano), Arturo Spicocchi de La Stüa de Michil (dell'hotel la Perla di Corvara) e Fabio Cucchelli de La Siriola (del Ciasa Salares). Senza dimenticare due gala dinner a tu per tu con chef della levatura di Massimo Bottura dell'Osteria Francescana di Modena, Davide Scabin del Combal.Zero di Rivoli (Torino) e Sébastien Bras dell'omonimo ristorante francese di Laguiole. A cui si aggiungono Alfio Ghezzi della Locanda Margon di Trento, Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense (Napoli) e Stefano Baiocco di Villa Feltrinelli di Gargnano (nel Bresciano). Per una pioggia di stelle sulla neve.

Ma c'è un'altra chicca per gli amanti della montagna incantata. Fino alla fine di marzo, si può Sciare con gusto. Ovvero zigzagare sul candido manto per poi assaporare, in ben undici baite, le prelibatezze siglate da grandi chef nazionali e internazionali. Qualche assaggio? Sergio Mei al Col Alt di Corvara dedica il maialino da latte alle erbe, speck, lombetto di capriolo, salsa al Pinot Nero, ballottina di verza, mela e castagne, per una vera summa altoatesina nel piatto; Andrea Aprea per l'ütia Mesoles di Colfosco firma i mezzi paccheri di grano duro con maialino, speck e zucchine; e Giancarlo Morelli per il Piz Arlara di Corvara realizza un maialino croccante al miele e mela glassata su rösti di patate e speck. Per un pizzico di creatività milanese sotto il cielo sudtirolese.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati