Poporoya festeggia i 40 anni

Food

Il compleanno di Poporoya

Il primo sushi bar in Italia è anche luogo di incontro della cultura nipponica

10 OTT 2017
di Marco Infelise

Il Giappone a Milano ha un suo punto di riferimento da ormai 40 anni. È Poporoya, nato nel 1977 come semplice negozio di alimentari in via Eustachi 17, e nel corso del tempo diventato luogo di incontro per la millenaria cultura del Sol Levante. Oltre che, dal 1989, primo sushi bar italiano.

Deus ex macchina di questo risultato è Hirazawa Minoru, detto Shiro, che 4 decenni or sono si è spostato da Roma a Milano per diventare responsabile della filiale meneghina del negozio. Da quel momento lo ha fatto crescere, pensandolo come una casa, un ambiente caldo e accogliente all’interno del quale degustare la cucina tradizionale giapponese.

Qui ancora oggi si mangiano sushi, zuppe di miso, pietanze a base di tofu, chirashi, sashimi e yakitori. La cui preparazione, cottura e composizione è frutto delle conoscenze apprese dal Shiro durante i suoi anni di apprendistato in patria, dopo il diploma alla prestigiosa scuola di cucina Tsuji di Osaka.

Lo Chirashi

Lo Chirashi

L’attenzione e la professionalità hanno fatto sì che a Poporoya e a Hirazawa Minoru siano giunti diversi importanti riconoscimenti, tra cui l’essere stato tra i pochissimi rappresentanti delle arti e dei mestieri della comunità nipponica ricevuti dal Principe del Giappone in visita in Italia nel 2015.

Oggi Shiro è titolare e contemporaneamente chef di “Poporoya”, in Via Eustachi 17, e “Shiro” in Via Eustachi 20.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati