Il bene prezioso della libertà

Essere donna nel XXI secolo

L'annuale ricorrenza della Festa della Donna ci permette una panoramica sulla condizione femminile nel resto del pianeta tra secolare oppressione, nuovi vincoli, aperture e ampia emancipazione.

Contro le ipocrisie e gli stereotipi, è giusto ricordare che purtroppo ancora oggi in alcuni paesi la donna è considerata come un essere totalmente assoggettato alla volontà dell'uomo. Alcuni esempi provengono dalle società arabo-islamiche in cui le donne ricoprono un ruolo secondario, soprattutto nell'ambito pubblico, politico ed economico.

Oppure dal Sud America, ove si ritrovano diverse vittime del machismo, dell'uomo che vuole avere con sè più donne e più figli, ma di contro non vuole prendersi alcuna responsabilità. La stessa condizione riguarda le donne dei paesi ex comunisti, come la Cina, che ad esse infliggono durissime privazioni. In certi casi, essere donna è quasi una paradossale colpa ed un dispiacere per la propria famiglia.

Contro le parole di troppo, invitiamo tutte le donne a concretizzare il potere e il valore della libertà e a lottare contro le ingiustizie che purtroppo oggigiorno sono pesantemente viggenti. Non occorrono "quote rosa", ma persone mature con le quali poter ragionare. Non occorre una rivolta per la parità dei sessi, ma una lotta per il rispetto riciproco.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati