La parola "Moda" è ancora di moda?

Fashion Victim è out: provocazione di Camomilla per la donna moderna

Cosa vuol dire essere di moda? Rispettare i dictat dei re del fashion? O forse seguire uno stile di vita adeguato alla donna moderna? È questo che si sono chiesti molti anni fa Grazia e Maurizio Belloni (che si sono conosciuti sui banchi di scuola) prima di creare il marchio Camomilla, ed è questo che tuttora si chiedono. Da qui una ricerca in collaborazione con Astra Ricerche per capire la donna del 2009 (ragazza, mamma, professionista, moglie, impiegata), cosa le piace indossare, come spende, cosa pensa al mattino quando sceglie come apparire. I risultati li hanno resi noti in una squisita mattinata, fra nuvole di fucsia e appetitosi bocconcini, alla presenza di noti personaggi del settore e di Enrico Finzi (presidente Astra Ricerche), presso il Teatro Litta.

TOTAL LOOK: KO - Sono 7 su 10 le donne dai 14 anni in su che rifiutano il total look e ogni imposizione di stile, criticando le passerelle che si somigliano e peccano in originalità. Oggi si preferisce mixare secondo il gusto personale e l'umore. Stando a questi risultati, è diminuita considerevolmente la dipendenza psico-culturale dalle griffes. 

COLPA DELLA CRISI? - 8 donne su 10 nell'ultimo anno hanno diminuito i loro acquisti, ma non la qualità, della serie "less but better", secondo le parole di Enrico Finzi. A questo fa gioco uno shopping intelligente che rinuncia all'over quality, considerata barocca, e punta sulla lower cost quality: beni, vestiti e accessori di qualià acquistati con un attento monitoraggio dell'offerta, a caccia di saldi e promozioni.

COINVOLGIMENTO EMOZIONALE - L'universo femminile, a quanto pare, si è finalmente ribellato ai prezzi esorbitanti e ingiustificati, in vista di sobrietà e moderazione, ma non vuole rinunciare ai prodotti in grado di indurre emozioni positive. L'allegria di un accessorio per alleviare il peso dello stress quotidiano è ritenuta oggi fondamentale. Colori e un pizzico di ironia migliorano la giornata.

CAMOMILLA - "Oggi mi sento..." è questo uno dei claim vincenti del marchio Camomilla che, reso ancora più accattivante dalla gattina più amata al mondo, Hello Kitty, diventa un'occasione per procurarsi, tutti i giorni, una piccola gioia vanitosa. La scelta di un accessorio, una borsa, una spilla, diventa un lusso, il vero lusso, quello capace di procurare un'emozione. È questo lo spirito di Grazia e Maurizio Belloni, che hanno sdoganato dalla parola Moda il peso di "dover essere" in favore del "voler essere". "Vogliamo che Camomilla rifletta il lato più femminile di una donna, una coccola chiusa in fondo al cuore che il nostro marchio rivela con un dettaglio".

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.camomilla.it