Fashion System

Au revoir 2007

Il 2007 è appena uscito di scena, lasciando influenze e tendenze da conservare o recuperare per questi nuovi 12 mesi

Questo 2008 arriva fresco ed immacolato al varo delle nostre attese. Oroscopi, lune e dita incrociate, ci hanno fatto credere che questo nuovo anno fosse il nostro faro. Se sarà così non possiamo certo saperlo ora, ma lasciamoci introdurre nei nuovi 12 mesi con velata malinconia del 2007, scegliendo piccole coperte di Linus dell'anno passato, ancora reperibili per chi le avesse perse.

FIABE & AMORE - Era maggio inoltrato e in Italia arrivava una serie di storie fiabesche ed urbane, raccontate da un'attrice e scrittrice americana, Miranda July, Tu più di chiunque altro edito da Feltrinelli. Immagini da film, scene immacolate dal candore e dal quotidiano fanno sorridere, perdere la fermata del metrò e trovarsi ad arrossire. In autunno è arrivata l’ultima stoccata al cuore, partorito dalla fusione di musicisti ex La Crus, Ex Giardini di Mirò e Lagash, La stagione del Cannibale, per l’etichetta Homesleep, è il primo album degli Amor Fou, folle amore o passato pensiero, la dolcezza della lingua arriva all'ombra del veleno attraverso testi che esplorano la storia recente italiana, gli amori e i corpi, le promesse e gli addii. Bello e crudele.

GUARDAMI - Qualcuno li ha prontamente osservati e conservati nel cassetto del papà, altri li hanno comprati quando poche boutique sussurravano la tendenza, i più ritardatari li hanno acciuffati su Ebay, tartarugati, neri e per i più pop, fluo. Sono i Wayfarer nati in casa Rayban nel 1952 e tornati sul naso come una febbre in quest’anno. E se si è spento il sole, le lenti diventano da vista e il tormentone continua, per ricordare Woody Allen o Audrey Hepburn.

Sì, VIAGGIARE - Monovolume, berline, taxi e citycar sembrano aver smesso di stressarsi e si sono votate al sacro oracolo del  navigatore satellitare. Gli abitacoli sono pieni della vocina che segnala automaticamente la guida. Molti si sono concessi il lusso di rendere più facile e robotica la guida attraverso il Tom Tom, l'Acer e molti altri. Per il tema mobilità un tocco di naturalismo ha influenzato l'urbanesimo, diversi hanno riscoperto la bici, per il gusto di pedalare, faticare ed arrivare. Risultato un po' di sport smorzato con la necessità e bici da corsa, d'epoca o rese ancora più femminili dai cestini in fiore, hanno preso largo sul pavè meneghino, ora si chiedono a gran voce molte più piste ciclabili. Conferma dell'anno passato è stata Istanbul, vecchia breccia di popoli ed eroi, a cavallo fra occidente ed oriente. Continua ad affascinare con lingue, culture e religioni mischiate in uno scenario magico e dominato da Santa Sofia, cattedrale padrona del mondo e sentire sulla pelle le Mille e una Notte, guardando l’Harem del palazzo Topkapi. Molte le compagnie aeree, low cost comprese, pronte a scortarvi.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI