American Apparel

La catena americana nata da Dav Charney sceglie cotone e forme basiche. Però l'effetto è '80 e un solo capo rappresenta uno stile forte. Perchè?

Un po' come Starbucks, così anche American Apparel era la meta fissa di quando si andava all'estero, ci si sente europei un pochino di più, pur essendo entrambi brand americani. Semplicemente perchè da noi non erano ancora arrivati. Così ora che una delle due lacune è stata colmata, non sia mai che agli italiani si tolga il sacro rito del cappuccino con gazza e cornetto, ci troviamo a depennare un rituale estero e a fare incetta direttamente in città.

IL COTONE INTELLIGENTE - Ora American Apparel nasce dall'idea verde e freak di Dav Charney che punta su due priorità: il cotone di pura qualità e la libertà di creazione immediata, cioè il progetto pensato è subito riprodotto e in poche settimane da prototipo finisce appeso in negozio. Partendo da qui possiamo ricostruire l'universo American Apparel, fatto di pubblicità quasi autoprodotte da chi veste Apparel e benvolentieri ammicca in foto che da street arrivano al porno soft. I colori saturi si fondono nel cotone indistruttibile e morbido, ben diverso da quello che spesso per questioni di budget scegliamo. Qui scatta un altro aspetto che contraddistingue il marchio: di solito compriamo t-shirt bianche a prezzi stracciati perchè spendere di più per qualcosa di tanto semplice fa ridere. American Apparel ha sì prezzi medi ma punta su una rigoroso controllo oltre che dei tessuti anche delle condizioni di lavoro, prezzi interi per stipendi interi.

OGNUNO E' BELLISSIMO - Colori saturi e tessuti da far scorrere sulla pelle nuda, leggins second skin che ridisegnano il corpo femminile, fra immagini di Jane Fonda in pose aerobiche e felpe di ciniglia da usare come divisa notturna. Underwear da college e maliziosamente comodo, t-shirt che diventano mini abiti, linee essenziali per i body che vanno fatti uscire di notte. Niente è unicamente sportivo, al ready to wear serve un'ottima base sulla quale inventare uno stile. Se si vuole essere ragazze pon pon, oppure si cerca di sfuggire alla folla tra linee e colori neutri, se ai ragazzi piace mettere in mostra le gambe e nascondere le chiome in cappucci, se la t-shirt bianca è il salvavita per cardigan nonneschi, felpe sgualcite e mattine difficili, sciarpa in jersey occhiali grandi American Apparel vi sorriderà.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati