Notte Bianca sotto la pioggia

La pioggia guastafeste non ferma il popolo dei sonnambuli. Programmi variati, eventi sospesi e le cifre si dimezzano rispetto alla passata edizione

NOTTE BIANCA CON PIOGGIA -  Milano ha avuto il sabato sera più grigio di questo mese di giugno. E chi non si è attrezzato con ombrello alla mano è stato costretto a coprirsi come poteva dopo l’acquazzone che è venuto giù poco dopo le ore 20.00. Notte Bianca con pioggia quella del 24 giugno. Notte Bianca di passaggi di consegne: progettata dalla vecchia amministrazione e messa in campo dalla nuova amministrazione Moratti. Sotto il mega palco di Piazza Duomo, il popolo dei sonnambuli ha cercato comunque di essere protagonista. I numeri ufficiali non sono stati ancora comunicati ma pare che l’affluenza ci sia stata, nonostante il record di presenze non sia stato battuto: le cifre sembrano dimezzate, colpa del maltempo?

ALL’OMBRA DELLA MADONNINA: DA GRIGNANI A CREMONINI - Sotto la Madonnina si inizia a cantare con ritardo, per colpa del maltempo. Cantano sotto la pioggia con una piazza vuota Irene Fornaciari, gli Sugarfree e i Rio. L’atmosfera di piazza Duomo si surriscalda poco dopo le 22.00 con Gianluca Grignani che ci fa riascoltare il meglio del suo repertorio . Tuttavia, il momento più atteso resta l’esibizione dei due Re di questa Notte Bianca 2006: Alex Britti & Edoardo Bennato. Dopo le 23.30 smette finalmente di piovere e la piazza si riempie. Il rocker partenopeo e il chitarrista romano suonano per più di novanta minuti. Due generazioni si mettono a confronto e si scambiano come "due vecchi amici" canzoni, musiche, parole: da "Capitan uncino"  a  "Oggi sono io"  passando per "Notte di mezza estate".

MUSICA, SPETTACOLI E CULTURA  -  Chi ha voluto evitare la calca e lo stress ha preferito musica più soft in compagnia degli artisti più variegati: da Eugenio Bennato e i Taranta Power a piazza del Cannone, a Massimo Bubola, Renato Dibi e Bruno Conte a piazza Santo Stefano, che sospendono per colpa del maltempo. C’è chi non ha saputo resistere alla tentazione dei dj set – quale miglior meta se non il palco allestito a piazza Duca D’Aosta di fronte la Stazione Centrale? Anche qui a causa della pioggia ci sono stati dei fuori programma. Sarà stata una scelta culturale o legata al maltempo (speriamo di no!) quella di trascorrere la Notte Bianca a teatro, dal Litta al PIM, dal Piccolo allo Spazio Oberdan, con proiezioni di cinema muto e musica dal vivo. File per le visite guidate organizzate dal Touring allo scoperta dei palazzi milanesi e buona adesione anche per l’itinerario Mozartiano: chissà cosa avrebbe detto “l’enfant prodige di Salisburgo” di questa notte all’insegna del divertimento. Strapieni i musei che hanno attirato coloro che avevo scelto di trascorrere una serata all'aperto.

LOCALI, QUARTIERI E FUORI PORTA – Questa edizione 2006 ha visto una buona parte del popolo dei sonnambuli tenersi fuori dal centro e optare per le feste di quartiere, in testa ci sono Porta Romana e l’Isola (alle 3.00 è già tutto spento, Notte Bianca o serata normale?) e i locali: dalle Scimmie dei Navigli alla Salamueria del Vino, dalla disco music della Rumba al revival dei baronetti della Beat Generation al Ristosound Mondobeat di Bucinasco, fino alla formula birra e musica della Banda Bardot alla Cascina Monlué. Partecipazione soddisfacente anche alla Notte Bianca fuori porta del comune di Sesto San Giovanni, dove hanno primeggiato le iniziative al coperto e la maratona noir per cinefili al Cinema Rondinella, inespugnabile punto di riferimento di cultura cinematografica dell’hinterland milanese.

SPORT, SHOPPING E SOLIDARIETA' – I commercianti di corso Buenos Aires si sono lamentati del flop dopo l'apertura delle saracinesche. Sarà stata una punizione per la pigrizia mostrata nelle scorse edizioni o soltanto colpa della pioggia, che ha ingrigito la shopping street milanese? I negozi pittoreschi dell’Isola si sono ritrovati semivuoti nella prima parte della serata per colpa del maltempo. Nonostante la pioggia delle prime ore della serata, non si lamentano i panificatori di Porta Venezia che pare abbiano venduto più di 5.000 pezzi di pizza. Sport da protagonista con il torneo “King of Beach”, che ha visto otto campioni della palla a volo sfidarsi per il titolo di re per una Notte Bianca. Nonostante il numero di presenze di questa edizione non sia confortante, i milanesi hanno comunque espresso la voglia di ritornare a vivere la piazza.  

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati