London Groove

Ricerca musicale attenta e un locale suggestivo, ecco gli ingredienti del Rhabar

Dall'ottobre del 2004 il Rhabar si propone come un locale eclettico e innovativo, sempre alla ricerca di nuove intuizioni per soddisfare la propria clientela. Il mercoledì sera, quando non è "Trash Karaoke", è dedicato alle soronità soulful house ed è frequentata da un pubblico prevalentemente omosessuale : in consolle dj Nouba from London.
 
MOLTO PIU' CHE UN LOUNGE BAR - Entrando nel locale, situato in un angolo davvero suggestivo di Milano quale la sponda del Naviglio Grande, si respira da subito un clima confortevole, raffinato e pieno di energia. Il Rhabar è infatti allo stesso tempo un rifugio, coi suoi divani e le sue poltroncine, con la musica lounge in sottofondo, per chi cerca un po' di relax; è una sorprendente serie di iniziative quali mostre (attualmente sono esposte le opere di Sonia Marin) e spettacoli (Drag King); ed infine un piccolo paradiso della degustazione, con la sua ricercatissima selezione di birre, drink e assenzi, serviti flambè o alla francese.
 
GROOVE FROM LONDON - Dj Nouba intanto comincia a scaldare l'ambiente, e si passa gradualmente dalla musica lounge a qualcosa di più movimentato. Così, ecco susseguirsi in un vortice di musica elettronica artisti del calibro di Faithless, Chemical Brothers, Royksopp, Richard Dorfmeister, Tosca: la selezione musicale è ricercata, efficace, stilisticamente impeccabile. La creativa deejay ci porta il sound delle etichette londinesi quali la Hed Kandi, per poi regalarci un tuffo nelle beach selection di Ibiza. L'esplorazione musicale non ha confini, il tempo vola ed è il momento di bere qualcosa. Già, ma cosa scegliere in un repertorio così ampio?
 
AGAVE AND FRIENDS - Per non sbagliare, chiedete uno dei cocktail caratteristici del Rhabar. L'Agave, delizioso mix a base di vodka, mela verde, passion fruit e arancia. Per quanto riguarda le birre, anche qui la scelta è davvero ampia. La Bièrethèque di Rhabar propone una decina di birre speciali per appagarei palati più sofisticati: dalla Duchesse de Bourgogne alla Duval, dalla Blanche de Bruxelles alla Op Ale 33, c'è davvero una risposta adeguata ad ogni esigenza.
 
UN'AREA VIVIBILE - E così, mentre nel locale risuonano le note di una house che si è fatta nuovamente "chill", si torna ad apprezzare il clima disteso di inizio serata. Chi ha voglia di fumare una sigaretta lo può fare senza il rischio di morire congelato; il sistema di riscaldamento a raggi infrarossi agisce in maniera mirata, non disperde calore e rende vivibile la smoking area. Un'occhiata veloce alle prossime serate: venerdì ci si diverte con la musica italiana trash, electro house e anni Ottanta. Sabato con Dj Luca commercial house, dance e R'n'B. Il Rhabar non finisce mai di stupire.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati