Eventi

Le anime del cinema

Miti e leggende del cinema d'animazione, a cui Roma dedica la XII edizione del festival "I castelli animati"

Si dice che sia una cosa da bambini, che sia il fratello minore del molto più rispettabile cinema, quello vero, e che il primo a pensarlo come un lungometraggio sia stato Walt Disney. E pensare che, invece, se un capostipite va trovato alla grande famiglia delle immagini in movimento, questo è proprio il cinema d'animazione. Mentre i due fratellini Lumière si dannavano nel tentativo di creare un supporto che potesse essere trascinato attraverso uno strumento che apparteneva ancora al dorato mondo dei sogni, il cinématographe, un altro francese era riuscito a dare un'anima alle sue strisce di disegni. Correva l'anno 1892 e lui era Émile Reynaud, che grazie ad una macchina da lui stesso inevntata, il théâtre optique, riuscì a mostrare ai parigini le sue Pantomimes lumineuses. Ma il cinema come industria dei Lumière stava per arrivare, costringendo Reynaud letteralmente ad annegare i suoi sogni. Preso dallo sconforto infatti buttò tutti i suoi apparati e le pellicole in tela che aveva amorevolmente dipinto nella Senna. Reynaud morì nel 1918 con la coscienza di essere stato il primo al mondo capace di produrre scene animate, ma senza sospettare di aver dato origine a quello che sarebbe stato chiamato, mutuando il termine proprio dai suoi antagonisti Lumière, "cinema d'animazione".

MITI E LEGGENDE - Tanti altri sono i miti e le leggende che coinvolgono gli spesso bistrattati film d'animazione. Primo tra tutti che siano un prodotto per bambini. In realtà il cinema d'animazione è arte del movimento, che nel corso del suo secolo di vita ha coinvolto artisti del calibro di Norman McLaren e, guardando all'Italia, Bruno Bozzetto. Altro mito è quello che il primo lungometraggio d'animazione sia stato "Biancaneve e i sette nani" di Walt Disney (1937). Fu invece Quirino Cristiani, animatore Italo-argentino, il primo al mondo a realizzare nel 1917 un lungometraggio a disegni animati che metteva alla berlina il potere e che certo non si rivolgeva ai bambini.

I CASTELLI ANIMATI - Proprio a Quirino Cristiani, l’uomo che anticipò Disney, il festival internazionale del cinema d'animazione I castelli animati dedica una serata speciale. Dal 28 novembre al 2 dicembre Roma diventerà la sede della grande festa dedicata ai disegni animati, giunta alla sua XII edizione. Tra gli ospiti d'onore David Silverman, il regista del dissacrante e politicamente scorretto film I Simpson, e Bruno  Bozzetto, che festeggerà i trent'anni del suo "Allegro non troppo". Tanti, poi, saranno gli eventi speciali, dalla proiezione degli unici 4 minuti d'animazione di Tex, ad un omaggio al festival Animated Kafka, passando attraverso una sezione dedicata all'animazione coreana e una competizione internazionale. E un dubbio ci assale: questi cartoni animati non saranno per caso una cosa seria?

DOVE E QUANDO - Dal 28 Novembre al 2 Dicembre a Roma presso il Cinecittà Campus, in via Quinto Publicio angolo via Lamaro. L'ingresso a tutte le preiozioni ed eventi è libero. Infoline: 06 93955108

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI