LatinoCucinando

La cultura è servita: lezioni gratuite di cucina al Festival LatinoAmericando e un viaggio al ristorante Sabor De Cuba

A TAVOLA A L'HAVANA - Succosa, speziata, saporita. Tre aggettivi per dipingere il quadro della cucina SudAmericana. È un vero e proprio trionfo di colori e gusti, un piacere quasi carnevalesco per la vista, un'estasi infinita per il palato. Dai robusti sapori del Brasile o dell'Argentina, si arriva a quelli delicati di Cuba, passando per il "sadico" piacere piccante, quasi da "fuoco alle orecchie", del peperoncino jalape appartenente alla cucina messicana.

SABOR DE CUBA - All'interno del Festival LatinoAmericando, è possibile viaggiare attraverso i sapori grazie alla presenza di numerosi ristoranti, chioschi e bar ricchi di prodotti tipici del proprio paese di appartenenza, dagli ingredieti base (quali carne, pesce o frutta), alle spezie, alle bevande (dal vino, alla birra, ai soft drink). Se siete alla ricerca della triade gusto, musica e ballo, non potete che recarvi al ristorante cubano "Sabor de Cuba" di Julio César, che quest'anno conta la sua terza presenza all'interno del Festival in Milano. Arrivato in Italia da Cuba come musicista, qui ha trovato l'amore ed ha deciso di ricreare un angolo della sua isola. "Cuba è l'isola antistress per eccellenza - ci spiega il simpatico gestore - e qui cerchiamo di creare la stessa atmosfera". Julio propone una cucina criolla molto saporita e non piccante, dai piatti a base di pesce o carne di maiale e pollo. Fra i primi troneggiano l'aragosta (al prezzo più che accessibile di 19 euro) e i gamberoni "borrachos" (ubriachi, perché cotti nel rum) serviti con riso e yuca; quanto ai secondi, il "picadillo à la habanera" (macinato di manzo con verdure miste), il "lechonsito asado" (maialino), o il pollo fritto macerato nel limone prima della cottura. E da bere? Be', per i palati più forti rum e per gli amanti delle bollicine una fesca e briosa birra cubana Palma Cristal. "E' un luogo comune ma non mi stancherò mai di ribadirlo che noi il rum lo beviamo liscio", ci tiene a precisare il signor César.

… E IL DILETTO DI CUCINARE – La cucina vi ha talmente incuriosito, da volerla sperimentare a casa vostra? Da quest'anno il Festival offre al suo pubblico la possibilità di partecipare a dei corsi tenuti da esperti cuochi latinoamericani, che indicheranno poi dove poter trovare tutti i prodotti per rispettare al meglio le ricette: dalla fajitas messicana, al ceviche peruviano, all'empanadas e gli asados argentini, alle arepas venezuelane e tante altre prelibatezze. I corsi sono gratuiti e prevedono un massimo di 20 partecipanti. Queste le diverse modalità per iscriversi: online sul sito www.latinoamericando.it, oppure inviando una mail all'indirizzo info@latinoamericando.it, o telefonando al numero 0322 47679, o ancora al festival presso il desk info. I partecipanti riceveranno in omaggio un simpatico gadget. Tutti gli appuntamenti sono fissati per le ore 19.00 e si svolgono nei seguenti giorni: Cucina brasiliana (12 luglio), Cucina argentina (18 luglio), Cucina cubana (20 luglio), Cucina venezuelana (25 luglio), Cucina ecuadoriana (27 luglio), Cucina messicana (3 agosto) e Cucina peruviana (8 agosto).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati