Infusione d'arte

Contaminazioni e sperimentazioni tra arte e teatro. In una rassegna che provoca alchimie apparentemente impossibili.

News - Eventi

Avete mai pensato all'unione del teatro con la garbage art o con la moda o addirittura con una sessione di hair styling? Sul palco dell'Area Pergolesi questa domanda trova una risposta concreta con la rassegna Vogliamo Vivere! Punto di Fusione. Nata da un'idea di Silvia Borsari, Silvia Mendola e Greta Zamparini, la kermesse esplora la possibile contaminazione tra arti e discipline differenti. Quattordici gli spettacoli in programma da ottobre a giugno. Quattordici il numero delle compagnie che collaborano e si fondono con altrettante opere di arti diverse. Il tutto a creare un gioco imprevedibile e improvvisato tra artista e attore.

MAGICHE ALCHIMIE - Molteplici i gradi di interazione: da semplici mostre ispirate allo spettacolo e esposte nel foyer a vere e proprie incursioni estemporanee. Ma le sorprese non finiscono qui. Sono previsti, infatti, quattro workshop, aperti al pubblico, di tango, urban art, make up e moda, oltre ad un coinvolgimento di scrittrici e giovani drammaturghe nella stesura di monologhi dal tema "il corpo delle donne". Si parte mercoledì 5 ottobre alle ore 19.30 con un concentrato dello spirito della rassegna. Protagonisti la danza indiana di Lucrezia Maniscotti con l'accompagnamento del Dunia Trio, la Compagnia Ariella Vidach – AiEP con un nuovo studio di estetica digitale attraverso la danza interattiva; e ancora Luka Zotti e le sue chitarre elettriche costruite a mano e dipinte dal vivo.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati