Look notturni

Gli stili della notte

Outfit, trucchi e look della nightlife in tre locali storici di Milano

Premesso che ognuno è unico e originale, o almeno si spera, proviamo ad analizzare la fauna dei dancefloor "storici" di Milano, dando qualche consiglio per non sembrare pesci fuor d'acqua ma stilosi trendsetter.

IN EXCESS - Partiamo da un locale che un codice d'abbigliamento non ce l'ha, non lo vuole e nemmeno lo cerca. Si tratta del Plastic dove l'unica regola è essere eccessivi. The House of Bordello, Match à Paris e London Loves: un po' boxeur, un po' amanti e un po' prostitute le serate del Plastic variano per la musica proposta ma il pubblico, misto e variegato, è quello fedele di sempre. Si passa dalle piume di struzzo al trendy nerd con occhiali dalla montatura spessa e cravattino, camicie da boscaiolo buttate sopra jeans skinny fit, converse a go-go contro tacco vertiginoso blu elettrico. Un tripudio di colori anomali sui capelli e sui ciuffi, pettinature revival delle epoche passate: cotonate, a banana, punk. Il make up è composto per lo più da eyeliner nero (uomini e donne, Robert Smith docet) e rossetto scarlatto, molto spesso non esiste o si è sciolto lasciando qualche residuo sulle labbra che baciano, cantano e bevono la notte.

MASH UP - Buttandoci nella via più trendy e modaiola riusciamo a trovare tra i vari sotteranei dipinti di nero (che si sa, va su tutto) una mosca fluo, il Gasoline. Il locale ama i contrasti, i muri neri e grezzi hanno come contraltare un murales splendidamente fluorescente. La clientela che bazzica il locale ama le differenze, kefie e chiodi in pelle nera, pizzi e righe, leggings trascendentali e completi sartoriali, ma sopratutto ama il travestimento. Tante e svariate le serate a tema proposte: dalle maschere di Eyes Wide Shut agli omini Playmobil o il french touch di baschi e foulard.

FASHIONABLE - Rigoroso alla vecchia maniera, l'Old Fashion richiede un abbigliamento elegante e curato. Immaginatevi che c'è pure una serata dedicata chiamata Electro Elegant. Per mantenere il suo status di locale storico qualche sforzo lo deve pur fare, partendo dalla selezione all'ingresso. Il tacco per la donna mi sembra d'obbligo e l'uomo deve per una sera lasciare le sneakers nell'armadio. Un tocco frivolo e sbarazzino non guasta, una pochette tutta lustrini o una baguette gioello sono perfette per completare l'effetto so di essere fantastica ma non lo ostento troppo. D'altronde qui entrano persone capaci di stupire ed attirare gli sguardi sul proprio outfit senza scadere nel volgare. Solo ai VIP che frequentano il locale è concessa qualche esagerazione.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati