Eventi

Fra calici e cielo

A Rozzano, da Red & White, per una gustosa serata di mezza estate

Pare sospeso. Così, tra terra e cielo. Con la grande vetrata a infrangere ogni ostacolo tra dentro e fuori. Tant'è che le ombre della sera si allungano fin su, sulle pareti, creando una magica atmosfera. Red & White è un locale insolito, al primo piano del Medusa Multicinema di Rozzano. Un luogo in cui il materico e contemporaneo design viene stemperato da un'eterea aura di charme, definendo un set dove il vino è il vero attore. Versato in calice e accompagnato a sfiziosi assaggi che fanno onore al made in Italy, e non solo. Una degustazione ideale prima o dopo un bel film. Per un piacevole finale.

BOCCONI DI VINI - Semplice la culinaria proposta, messa a punto dall'attento Fabrizio Collio, con grande cura per il prodotto in sé, ingentilito da verdurine, erbe aromatiche e fiori edibili nonché esaltato dal giusto abbinamento con il vino, consigliato dal sommelier Ais Marco Ferrario. Di latte grondante, la caprese di bufala campana con origano fresco e salvia blu ben incontra il Greco Taburno dell'azienda Del Monte Ocone; sfiziosa, la selezione di pecorini con gelatine confetture (al rum e tabacco, al sidro e menta, all'arancia e caffè, all'albicocca, alle cipolle rosse, ai peperoni e alla mela cotogna) va a nozze con "Cretaia" Primitivo di Manduria firmato Di Majo Norante; ardito, nei suoi contrasti, il multistrato in crosta di pane toscano con pecorino di grotta, pimiento ibérico e acciuga del mar Cantabrico incontra il "Baglio Florio" Marsala vergine delle Cantine Florio; e fine fine, il carpaccio di tonno rosso con insalatina di sedano all'extravergine al limone sposa "Costamolino" Vermentino di Sardegna di Argiolas. Da provare, anche la degustazione di crottin de chevre (ai frutti tropicali, all'erba cipollina, alle noci e ai mirtilli) e il Besace au figue (caprino ripieno di confettura di fichi).

PURA COME L'ACQUA - E vicino al calice di vino? Un bel bicchiere d'acqua. Ma non una qualunque, perché ogni piatto reclama la sua. Ecco allora che, accanto alle più note Panna e S.Pellegrino, compaiono loro: la Elsenham, britannica, ideale con ricette piuttosto elaborate; la Vulcanic, neozelandese, ottima con il pesce; la Finé, giapponese, purissima (la fonte è radicata a 600 metri nelle profondità della catena vulcanica del Fuji), perfetta con pietanze poco strutturate; la Royal Deeside, scozzese, elegante e leggera, eccellente con ittiche portate; la Laquen, argentina (nasce dal ghiaccio e dalla pioggia purificata dalle Ande),leggerissima e sofisticata, idoneo corredo a piatti delicati; e la Evian, francese, ricca di bicarbonato, complice della digestione e compagna di formaggi stagionati.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati