Cena a sorpresa

Un inedito Neil Simon sbarca al Manzoni con un ottimo cast di attori

Inedito sì in Italia, ma non è sicuramente il più rappresentativo della drammaturgia di Neil Simon. Parliamo di Cena Sorpresa, scritto dieci anni fa e in questi giorni in scena al Manzoni con una deliziosa ed elegante coppia del palcoscenico italiano: Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi.

GIOCHI DI COPPIE - Simon torna a sezionare il rapporto di "coppia", un punto fermo nel suo teatro, ma siamo lontani dalla verve delle sue punte di diamante come La strana coppia e A piedi nudi nel Parco. E come se quel suo americanismo tra le righe si fosse sbiadito dietro un'ostinata ironia quasi europeista, dove le coppie scoppiate di questo Dinner party sembrano più figlie del vecchio continente che dei territori d’oltreoceano. Giovanni Lombardo Radice punta ad una regia salottiera, che per fortuna valorizza un cast di bravi attori, in perfetta armonia con il contesto, dove certamente Giancarlo Zanetti primeggia.

REUNION -Pambieri e Tanzi mostrano ancora una volta di passare dal tragico al comico con nonchalance, mentre il tempismo di Neil Simon (ri)unisce anche le famiglie: per chi se lo ricorda, Micol Pambieri, figlia della coppia protagonista, ha nel suo corredo d'esordio un indimenticabile allestimento di Un giardino di aranci fatti in casa, che dimostrò nella stagione teatrale 1989-90 la statura attoriale di un interprete sottovalutato come Renzo Montagnani.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati