Bitte, entrate prego...

Cultura, musica e sapori per il nuovo spazio milanese

Finalmente Bitte. Nuovo locale Arci, nuove prospettive sonore, nuovi e vecchi nomi a far danzare la gente, nuova Associazione Culturale che si dedica all'arte nelle sue molteplici forme.

PIU' DI 700 METRI QUADRI DI CULTURA, MUSICA E SAPORI - Fondato da Michele Azzoni, colui che insieme ai CCKZ fonda anche l'agenzia di comunicazione e organizzazione di eventi. Uno spazio ricavato da un ex opificio industriale del 1929 in Via Watt, 450 mq di open space al piano terra e un soppalco di 350 mq, una navata centrale di 7 metri d'altezza. 600 mq di giardino. Questo è il luogo, quello che succede dentro è legato all'arte, come già detto, nelle sue molteplici sfaccettature. Dall'arte contemporanea, con esposizioni di opere anche di grandi dimensioni, verranno presentati progetti di design, mostre fotografiche, street art, scultura di artisti affermati ed esordienti. Attrezzato come un club, il Bitte ospita dj set di artisti nazionali ed internazionali ed è adibito anche per concerti, dal duo elettro alle big band rocksteady. Infine il ristorante, ai "piatti" Emiliano Gastaldi, d'impronta vegana e vegetariana. Cucina biologica per infondere la cultura della biodiversità.

ARIA DI BERLINO? - Così il Bitte inaugura; qualcuno ha detto, all'uscita dalla prima, che tira un aria berlinese nel locale, tanti Dj, tra gli altri nomi noti nella città meneghina, Dj Brò, Painè, Tommy Tumble, Harsh, Pandaj, Vito War, James Ventura, gli immancabili Electricalz e i visual della CCKZ. Un ricco buffet  multi culturale ad accompagnare i molti ragazzi accorsi a godersi reggae, techno, e cuba libre.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati