Relax d'estate al Petriolo Spa Resort

Summer spa

In terra toscana, le calde acque termali di Petriolo sposano freschi momenti di benessere

Come un cammeo, è incastonato nell'incantevole Val di Farma. E incorniciato da boschi ombrosi e rigogliosi. Fra la Maremma e le sinuose colline senesi. È il Petriolo Spa Resort, gioiello a cinque stelle firmato da Atahotels, che gode di una spettacolare vista sulla campagna toscana. E che propone, sino alla fine di agosto, rituali wellness by night, sotto il cielo d'estate. Per una tintarella di luna e un tuffo fra il black e il blu.

E così, ogni venerdì e sabato, dalle 19.30 alle 23, il relax sposa le stars. Ovvero, si arriva e si intraprende un viaggio rivitalizzante fra antiche e sulfuree acque termali, virtuose di minerali e di oligoelementi naturali: quelle della piscina esterna, luminosa e calda culla en plein air; nonché quelle del calidarium (a 39-41 gradi), una delle armoniose tappe del percorso Rigeneraquae, ideato su modello delle terme romane. Che include pure il tepidarium parvum (a 30-32 gradi), con cascate e idromassaggi; il tepidarium magnum (a 34-36 gradi); il laconicum, detossinante rotonda sudatoria; e la cascata di ghiaccio. A completare il tutto, docce cromoteramiche e aromaterapiche, biosauna alle essenze, percorso Kneipp e piscina natatoria con acqua di sorgente. Una serata rilassante, impreziosita da musica live e dalla possibilità di cenare al ristorante Il Brigante Toscano, scoprendo la gastronomica tradizione locale a bordo piscina. L'ingresso è di 40 Euro (gratuito per gli ospiti dell'hotel e di 30 Euro per i residenti nelle province di Siena e Grosseto).

E la domenica? Stessa scenografia, ma col sole, per la formula "Brunch & Spa", a partire dalle 12.30, con iter Rigeneraquae a seguire (65 Euro, bevande escluse). Un'occasione unica per assaporare un radioso pranzo pied dans l'eau. Servito a buffet e preparato dallo staff guidato dal giovane e puntiglioso chef Mattia Mana. In sfilata? Pietanze leggere ed equilibrate, come l'appetitosa panzanella, il fragrante gazpacho, i vegetariani tortini salati, i formaggi pecorini col miele, la tipica finocchiona, le verdure grigliate e le insalate fai-da-te. Senza dimenticare, i gustosi primi piatti, i teneri carpacci di carne, la frutta e i dolci artigianali, fra cui la deliziosa torta della nonna.

Ma attenzione, perché frutti, ortaggi, fiori e aromatiche piante finiscono pure sulla pelle. Grazie al trattamento cosmetico fresco del mese, miscelato espresso e messo a punto dal direttore sanitario della medical spa, il dottor Luigi Brocchi, in sinergia con chef Mattia. Nel pieno rispetto delle stagioni, delle maturazioni e dei tempi di raccolta. Ecco allora che, a luglio e ad agosto, è il polposo pomodoro a divenire protagonista di una maschera rinfrescante, idratante e antiaging (60 Euro, compreso un delicato massaggio a mani e piedi). A mescolarsi col rubicondo figlio della terra? Lo yogurt, ricco di vitamine e proteine; e la farina d'avena, preziosa di antiossidanti. Per una pelle pura, setosa e luminosa.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.petriolosparesort.com