Il Gelato nel Piatto

Gelato prelibato, dolce e un po' salato

Un brivido di sapore corre nel piatto. Dal 19 al 24 luglio, in un centinaio di ristoranti d'Italia e del mondo

Lui è freddo. Ma può stare accanto al caldo. È dolce. Ma sa essere anche salato. È il gelato, alimento versatile ed eclettico, protagonista di un'iniziativa gourmet che lo vuole attore assoluto, al fianco di due prodotti dop, simbolo del Made in Italy: il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma. Il fine? Rielaborare creativamente l'ingrediente sottozero, sublimandolo in ricette capaci di raccontare la cultura culinaria del Bel Paese.

Ecco allora prendere il via la seconda edizione de Il Gelato nel Piatto, evento estivo promosso dal giornale online InformaCibo con il sostegno di Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana diretta da Gualtiero Marchesi. In pratica? Dal 19 al 24 luglio, in un centinaio di ristoranti dello Stivale e del mondo (ma sempre capitanati da chef italiani) si possono assaggiare delizie dal mood fresco e intrigante. Una sorta di ola col brivido in gola, che va da Buenos Aires alla bergamasca Brusaporto, dove a cucinare sono Chicco e Bobo Cerea del tristellato Da Vittorio; da Tokyo a Caserta, regno della chef stellata Rosanna Marziale de Le Colonne; da Sidney a Venezia, dove a solleticare il palato è lo chef Diego Magro del ristorante Aromi del Molino Stucky Hilton; e da Lugano a Ornago, con cuoco Matteo Scibilia dell'Osteria della Buona Condotta a tener alto l'appetito brianzolo.

Qualche altra anticipazione sul tema? Nella franciacortina Torbiato di Adro, Vittorio Fusari della Dispensa Pani e Vini prepara un aromatico gelato al Prosciutto di Parma con sciroppo di menta; Igor Macchia e Giovanni Grasso della stellata La Credenza di San Maurizio Canavese (nel Torinese) giocano con la memoria e con armonie cremose-croccanti, realizzando il gelato al riso, salsa alle castagne, Parmigiano Reggiano, riso soffiato, Prosciutto di Parma e olio di nocciola Piemonte firmato Pariani; mentre Filippo La Mantia, nell'oasi romana dell'Hotel Majestic di via Veneto, ricorda la sua terra siciliana con una pietanza che rende onore a carote di Ispica, arancia di Ribera, mandorle d'Avola, capperi di Pantelleria e olio extravergine Valle del Belice. E sempre nella Città Eterna, Francesco Donatelli, al Vivendo dell'hotel St. Regis, serve gelato al Parmigiano Reggiano e pepe di Sichuan con bruschetta di pan brioche all'Amarena Fabbri (maison bolognese main sponsor della manifestazione), fonduta e granella di Prosciutto di Parma.

Intanto, il teatino Marco Medaglia, all'Aqua Roma di Hong Kong, mette a punto una cialda al Parmigiano Reggiano, biscotto al pistacchio e spuma di pomodorini di Pachino; a Pechino, Giovanni Parrella del Grand Hyatt sorprende con il gelato al foie gras, salsa di Amarena Fabbri, Prosciutto di Parma croccante e Parmigiano Reggiano; e Lino Sauro, al Gattopardo di Singapore, stupisce grazie al parfait di mela verde, chip di Parmigiano Reggiano, sorbetto di mela, Prosciutto di Parma caramellato e bonbon di latte al miele di trifoglio.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.ilgelatonelpiatto.it