Agosto dalle note etniche

Oasi esotiche e gustose per un mese che viaggia lontano. Restando a Milano

Samosa o sashimi? Falafel o futomaki? Pollo satay o curry di agnello? Africa e Asia non sono poi così distanti. E in agosto, a Milano, sono tanti i ristoranti etnici che rimangono aperti. Pronti a deliziare i buongustai con le loro specialità.

VERSO ORIENTE
- Ha aperto di recente. Nella bella via Vigevano. È la Perla d'Oro, nuova creatura firmata da Shao, già titolare dell'omonimo locale in Piazza Grandi. Uno spazio raffinato, vicino ai Navigli e a chi vuole assaporare nel relax. Fra tatami e mattoni a vista, pelle e pietra, oro e ocra, gustando ricette di cucina asiatica in equilibrio fra tradizioni e originali rivisitazioni. In menu? Ci sono il sushi ma anche gli involtini vietnamiti, i tagliolini Shanghai (in crosta, con crema di verdure, gamberi e pollo) e quelli Malaysia (di riso, saltati con gamberi, seppioline, verdure, curry giallo e foglie di menta), il filetto imperiale (con anice stellato e satè) e la tartare Perla d'Oro, trittico di salmone, tonno e branzino condito con lime, salsa ponzu e olio extravergine. Per un tocco mediterraneo. Sperimentazioni jap fusion, poi, da Izu, che propone salmon orange (con spicchi di arance di Sicilia), shiromi (fritturina di branzino su delicata crema ai frutti tropicali) e shoga yaki (filetto di manzo insaporito con salsa barbecue "alla giapponese", a base di mele e zenzero). E per un brivido nipponico? Gli zaru soba di Asahi: spaghetti di grano saraceno serviti freddi, con cornice di cubetti di ghiaccio, wasabi e salsa di soia e verdure. Da completare con un'eterea tempura di mare. Si va dritti in Corea, invece, al Lee's, che presenta uno speciale menu estivo nonché sfiziosi aperitivi. Da non perdere, la serie delle frittelle, fra cui quelle di kimchi, con cavolo cinese e peperoncino; il Lee’s bibimbap (riso con verdure, manzo, frutta secca e salsa piccante o salsa di soia); gli japchae (spaghetti di fecola di patata dolce con verdure e manzo in salsa di soia) e il doeji bulgoghi gui con ttokkochi (carne di maiale in salsa piccante e spiedini di gnocchi di riso grigliati). E da bere? Un Saggio d'amore, cocktail a base di seoljungmae (vino di albicocca), gin, sciroppo di fragola e succo di aloe.

IN INDIA - E per un viaggio in India? Si può far tappa al Tara, fra fiamme luminose e lampade a forma di fiori di loto, statue di dei e raggi di sole alle pareti. Uno spazio vellutato, dove assaggiare delizie speziate o soft. Ecco allora samosa (involtini con ripieno di patate e verdure), tandoori di crostacei, rogan josh (curry di agnello allo yogurt) nonché pietanze adatte anche a chi soffre di celiachia, come prawn pakora (gamberi in pastella di ceci), alu gobi (piatto tipico del Punjab con patate e cavolfiori), bharta (polpa di melanzane con cipolla e pomodoro) e dal (crema di lenticchie gialle). Birra senza glutine a corredo. Giochi di fucsia, arancio, giallo e blu, invece al The Dhaba dove ordinare un menu ayurvedico-vegetariano, ma pure chicken pasanda (bocconcini di pollo in crema di mandorle), gamberi in salsa al cocco, malai kofta (crocchette di verdure cotte nella tipica salsa indiana) e kheer, soffice crema di riso.

IN EGITTO - Il Cairo è a Milano. Al ristorante Il Faraone, dove cenare fra suggestioni arabe e profumi di legumi, verdure e cereali. Rielaborati in ricette nordafricane dalle nuance intriganti, come falafel (polpette di fave e verdure), hummus (crema di ceci), baba ganoush (crema di melanzane e pasta di sesamo), zuppa di mulukhia (sorta di spinaci) nonché cuscus con bamia, una zucchina nana. E per gli amanti della carne, shish tawuk (spiedino di tacchino marinato e cotto alla griglia), shawerma (straccetti di manzo con cipolla, yogurt, pomodoro e salsa di sesamo, meglio noti come kebab) e tajine (carne cotta in umido nel coccio da cui prende il nome). Finendo al dolce ritmo di basbusa (tortina di semola con cocco, yogurt e caramello) e baklawa (sfoglie con pistacchio, nocciole e sciroppo). Per passeggiare fra piramidi di sapore.

Per visualizzare tutti i ristoranti aperti in agosto clicca qui

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati