Mini Design Award 2009

Sul tema "Aria nuova in città" si sono cimentati tanti designer. Uno solo è vincitore, ma tutti andranno alla Triennale

La turbina torna a colpire. L'edizione 2009 del Mini Design Award - giunto alla quinta edizione - premia come miglior progetto City speed turbines, di Alessandra Rapaccini. Lo scorso anno era stato incoronato Waterwheelgate, una sorta di mulino ad acqua moderno, turbina inclusa. E City speed turbines si basa su un sistema modulare di turbine eoliche che trasformano in energia le masse d'aria prodotta dai veicoli di passaggio. Caratteristica del progetto è la serie di archi che sostengono le turbine: moduli che potrebbero essere posti lungo le ferrovie, le reti metropolitane e ovviamente le strade. "City speed turbines sono pensate per alimentare un sistema di illuminazione ad impatto zero" spiega la designer che firma il prototipo.

Il progetto di Alessandra Rapaccini e tutti quelli che hanno gareggiato al Mini Design Award 2009 saranno alla Triennale di Milano nelle prime due settimane di dicembre, nella mostra intitolata al tema del concorso: Il futuro della città: l'Ambiente. Aria nuova in città.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.minidesignaward.it/