Earth Hour 2009

Quando il lume della Ragione suggerisce di spegnere la luce

Coinvolge pubblico e privati chiedendo un'azione semplice per manifestare il proprio impegno Eco e per tutelare il pianeta, a lanciarla è WWF: è Earth Hour. L'ora della Terra scoccherà sabato 28 marzo alle 20.30, quando in tutto il mondo grandi città con i loro monumenti, piccoli comuni, aziende e singoli cittadini nelle loro case spegneranno le luci per lanciare forte e chiaro un messaggio: quello della necessità di pensare a nuove forme di energia, più pulite, oltre a quello della causa ecosostenibile, per il bene della Terra, ma soprattutto degli uomini.

Da due anni si rinnova l'appuntamento con l'ora di buio che ha coinvolto finora tutto il mondo: Sidney, Manila, Bangkok, Roma, Copenaghen, Toronto, Chicago, New York. Per il 2009 si punta a coinvolgere più di 1000 città e se è certo che a spegnersi saranno la Tour Eiffel, il Colosseo, le Cascate del Niagara, le piccole isole Chatham nel Pacifico e il grattacielo Taipei 101 in Cina, sul sito WWF è possibile controllare quali altri monumenti e siti speciali parteciperanno all'iniziativa. Inoltre si può partecipare attivamente, sottoscrivendo con WWF l'impegno a spegnere le luci per un'ora, dalle 20.30 alle 21.30 di sabato 28 marzo. In Italia calerà l'oscurità sul Ponte di Rialto, la Torre di Pisa, il Maschio Angioino, la Reggia di Caserta, lo Sferisterio di Macerata, l'Arena di Verona, la Valle dei Templi, il Castello Sforzesco di Milano, Piazza Castello a Torino, l'Acquario di Genova, l'Arco di Traiano a Benevento, e ancora: la Cupola di San Pietro, il Palazzo del Quirinale, Palazzo Madama, il Palazzo di Montecitorio e Palazzo Valentini. Puntate la sveglia. E spegnete la luce.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati