TED Fellows 2011: le idee del futuro

Annunciati i vincitori del concorso che premia ambizione e creatività

È vegetale, sostenibile e realizzata con lieviti e batteri. Si tratta della sorprendente linea di abbigliamento BioCouture, firmata dalla designer inglese Suzanne Lee. Ricercatrice alla Central Saint Martins di Londra, Lee produce abiti in modo decisamente anomalo. Utilizzando colture di microbi impiegati nella lavorazione del te verde, la stilista ottiene un composto di cellulosa con cui realizza capi eterei ed eleganti. Unico problema: se il tessuto si bagna assorbe acqua e diventa molto pesante. Ma perfezionare l'idea non sarà difficile, visto che Suzanne è entrata nella lista dei TED Fellows 2011, quaranta creativi che si sono distinti per ambizione e originalità. I fellows, nominati ogni anno dall'organizzazione no profit TED (Technology, Entertainment and Design), hanno l'occasione di incontrare esperti e ricevono supporto per lo sviluppo del loro progetto.

Insieme a BioCouture sono state premiate idee molto diverse tra loro: dal cellulare per non vedenti Braille Phone, ideato da Sumit Dagar, al portale di citizen journalism Groundviews, fondato dall'attivista Sanjana Hattotuwa. Avete un progetto coraggioso e innovativo? Diventare fellow è difficile ma non impossibile: basta presentare domanda qui.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.ted.com/