FuoriSalone 2010: riqualificazione del quartiere Dergano-Bovisa

I giovani artisti di TheBAGARTFACTORY ci spiegano come intendono perseguire questo obiettivo

Il progetto per il FuoriSalone 2010 è stato rivelato. Inaugura il 14 aprile alle ore 18.00 con un nuovo tema di inesauribile attualità: il rapporto tra il mondo umano e i mondi animale/vegetale. Le numerose Officine Creative di Dergano Bovisa dibattono attorno a questo argomento e, insieme a loro, anche TheBAGARTFACTORY, nell’ottica di creare collaborazioni e sinergie con le realtà creative presenti nel quartiere. Abbiamo incontrato ed intervistato alcuni dei numerosi artisti che hanno lavorato a questo progetto: Federico Unia, Federico Massa, Alberto Garutti, Emanuele Alfieri

Quando e come nasce la vostra realtà?
“TheBAGARTFACTORY è nata fisicamente nel 2002 nel quartiere Bovisa di Milano in un ex fabbricato. Nel 2008 cambia sede, sempre in Bovisa, in un’ex officina meccanica. Dal punto di vista concettuale, invece, Tha Bag è principalmente un’idea per la quale operano numerosi artisti di provenienze ed età diverse."

Qual è questa idea che anima i vostri progetti?
"L’idea, il concetto, è proprio la condivisione o la contaminazione artistica. La collaborazione fra di noi avviene in maniera completamente spontanea, non esiste alcun documento o manifesto che determini una linea di pensiero, ma soltanto uno statuto che determina delle regole base di convivenza e la volontà da parte di tutti di mettere in condivisione mezzi ed esperienza. Il mezzo è per noi anche il fine."

Trattandosi di una manifestazione del FuoriSalone, immagino vi occuperete principalmente di design…
"In realtà non è così. Alcuni di noi non hanno mai realizzato opere di design, altri sono dei writer che, con i loro graffiti ed interventi, hanno riqualificato molti muri e molte zone lasciate al degrado urbano e sociale, con una particolare attenzione a non rovinare parti storiche e importanti della città. C’è poi anche chi ha realizzato degli oggetti che possono a tutti gli effetti essere rappresentativi della manifestazione in questione. Alberto Garuffio, per esempio, ha realizzato delle sedie che ne mantengono l’aspetto ma sono private della loro ragione d’essere: la seduta. L’artista ha in un certo senso svuotato l’oggetto del suo concetto."

Pensate che il quartiere Dergano-Bovisa abbia effettivamente risentito positivamente dei vostri interventi e di quelli di altri artisti?
"La riclassificazione urbana, il riciclo e il riutilizzo di luoghi e materiali, è una delle prerogative che il nostro progetto promuove. Questi luoghi riciclati fanno anche da scenario ad eventi, mostre, performances artistiche; da un sottopassaggio ferroviario ad un ex supermercato in attesa di demolizione e oltre, dove si concretizzano spesso anche interventi mirati site-specific."
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.thebagartfactory.it/