Design

Alpine Capsule

Ross Lovegrove prepara sulle Dolomiti futuristici rifugi nel nome del design biomimetico

Dal cappello del designer inglese Ross Lovegrove escono progetti accomunati dalla leggerezza. Le lampade a sospensione realizzate per Artemide, come la Mercury, ne erano una dimostrazione, ma non erano niente al confrotno delle sue Alpine Capsule. Non si tratta di arredamento stavolta, bensì di un rifugio hi-tech ideato per gli appassionati di sci, neve e montagna in cerca di un posto per la notte che mantenga il contatto con la natura in un ambiente confortevole. 

Un posto sicuramente speciale, considerando il design biomimetico del progetto: la capsula ricorda nell'aspetto una goccia di mercurio per via della superficie riflettente, è isolato termicamente dall'ambiente esterno e ed è autoalimentato energicamente grazie a celle solari e mini turbine eoliche, mentre gli interni sono realizzati in forme organiche. Dopo una presentazione alla stampa durata qualche giorno, le Alpine Capsule saranno installate sulle Dolomiti (a Piz La Ila), a più di 2000 metri, nel 2010.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati