Curiosità

Ticinese

Artigiana e poi trendsetter, una via della città diventa il fil rouge dello shopping e del bel perdere tempo

Le zone di Milano sono spesso minacciate dall'imperante restyling, il cambio di rotta fra multimarca e catene, i bar da pausa pranzo minacciati dalla fretta e dalla folla, poi vivono stagioni di chiusura e nuove tendenze. Fino a qualche anno fa Ticinese era il miracolo, conosciuto da tempo, vestita in altro modo, all'artigiana per intenderci, è diventata ad inizio del 2000 la strada dove boutique di street style e ritrovi en plein air riempivano le strade. Ora che si riconosce la certezza ritrovata, negozi chicche sono la piacevole abitudine.

OLD STYLE - Il mattino è una buona ora per tatuarsi, old style quindi ciliegie oppure rondini, carpe o scritte teutoniche, Pittan è uno degli storici tatuatori, lavoro certosino per tutta la vita. Premiarsi a dovere con un buon pranzo alla Tasca, a fianco il sangue scorre dalla Spagna con prelibatezze e misticanze per palati ossessionati dal sapore, forte selvaggio e bagnato dal vino. Il primo shopping della zona parte dalle principesse della ricerca nel passato: Cavalli & Nastri con la sua costola qui collocata, sfila unico nelle vetrine, pochette, crinoline e spille su abiti Pucci e cappelli dalle tese intrecciate. La selezione costosa di un vintage di altro livello.

COTTON - Per leggere l'ossessione fashion milanese, nella Libreria della Moda, riviste, monografie e nuove correnti grafiche arrivano da ogni parte del mondo, per un mercato editoriale mai come ora così vivo. Nella via opposta due ragazze inventano il rito della merenda da Le 18 con mascotte umorali, nuove geometrie da vivere, abiti creati ad hoc e creatività servita direttamente dal laboratorio per un'atmosfera calda e unica. L'accoppiata Frip e American Apparel è un classico dello shopping in zona, forme ibride e sartoriali in vena pop per uno, cotone in tutte le fogge e colori per l'altro must made in Usa.

HAPPY HOUR - L'aperitivo è servito in mondi soffici e bubble di plastica e velluto nel rossissimo Cuore, dj set vintage e aria da salotto, oppure scegliete la vena chiassosa e affollata dell'Yguana, molti tavoli esterni con buffet misto, come da Coffee and Cigarette dove il buffet è ricchissimo e le sedute bianche e nere rendono la classica atmosfera da happy hour. Soireè all'aperto nell'amata/odiata piazza di San Lorenzo, con le colonne che ricordano una Milano antica e il chiacchiericcio che sfocia da raduni di ragazzi e passanti. L'estate invade questa zona, quasi una passeggiata da viale.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati