Curiosità

Storie di Franciacorta

Merita un viaggio questa azienda la cui arte è tutta da sorseggiare

Quando si diventa grandi bisogna festeggiare alla grande. E l'azienda Ronco Calino di Torbiato di Adro, nell'amena Franciacorta, ha spento le dieci candeline durante una splendida serata giocata in casa lo scorso 29 giugno. Paolo Radici, il titolare, era presente e con lui centinaia di invitati e quattro protagonisti: i millesimati 1996, '97, '98 e '99. Quattro creature dorate dal finissimo perlage, perfette per suggellare un'occasione importante con un tocco di eleganza. A sua volta sublimata da leccornie a portata di boccone preparate dallo chef Mauro Uliassi (arrivato direttamente da Senigallia con brigata al seguito): tagliatelle con seppie e alghe, filetti di triglia con avocado, gamberi con crema di patate, lasagnetta di pesce, fritto di mare, babà alla crema con ananas e crema di caffè con panna.

BOLLICINE & CO - Assolutamente chic, la maison vitivinicola è amabilmente sita fra dolci colline lussureggianti di viti. Per monsieur Radici quello di divenire produttore era un sogno nel cassetto. Felicemente avverato e suggellato da nettari di eccellenza. Quarantamila bottiglie all'anno suddivise in brut, satèn e millesimati per quanto riguarda le bollicine docg, Terre di Franciacorta Bianco e SottoBosco (un cru proveniente dal vigneto omonimo) per i bianchi fermi e Pinot Nero del Sebino l'Arturo e Terre di Franciacorta Rosso per i rossi. Nettari rubicondi a parte, la cui qualità è tutta da sperimentare, sono le etichette spumeggianti a rappresentare il fiore all'occhiello, merito di caratteristiche ben precise: complessità aromatica data dal prolungato affinamento sui lieviti (minimo trenta mesi), remuage rigorosamente eseguito a mano, freschezza acidica data dalla ritardata maturazione dei grappoli e la conseguente possibilità di vendemmiare in un periodo più fresco. Senza poi nulla togliere alle tecnologie all'avanguardia di cui si fregia la cantina (via Fenice, località 4 Camini, Torbiato di Adro, Brescia, tel. 030 7451073, www.roncocalino.it).

DORMIRE TRA LE VIGNE - E dopo l'incontro con Bacco si può sostare per la notte all'agriturismo Solive, a Nigoline di Corte Franca, a pochi chilometri da Torbiato di Adro. Un posticino tranquillo fatto di ampi porticati, spazi all'aperto e ambienti interni impreziositi da pavimenti originari di quella che a suo tempo fu una cascina con tanto di stalle e fienili. Ora trasformati in tante sale e salette nonché sei camere (40 euro la singola e 70 euro la doppia, più colazione) e due appartamenti (da 80 euro). E se la colazione del mattino delizia a ritmo di crostate appena sfornate, sono il pranzo (11 euro) e la cena (prezzo medio 25-30 euro) gli altri due appuntamenti golosi da non perdere. Ricco di specialità locali, il menu invita all’assaggio: risotto al Franciacorta, ravioli fatti in casa, arrosto Solive (con uvetta e olive e servito con patate e polenta) e, dulcis in fundo, torte caserecce. Il tutto annaffiato dai vini dell'azienda stessa (via Calvarole 15, Nigoline di Corte Franca, Brescia, tel. 030 9884201, www.agriturismosolive.com).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI