Chef Andrea Aprea al The Park

Lo chiameremo Andrea (Aprea)

Lo chef napoletano è il nuovo capitano di cucina del Park Hyatt di Milano

Dalla napoletana frittata di maccheroni al riso al salto milanese il passo è breve. Almeno per cuoco Andrea Aprea, che, dopo aver guidato Il Comandante del Romeo Hotel partenopeo, approda al ristorante The Park di Milano, ovattata oasi golosa del Park Hyatt. Dove, a partire dall'8 agosto, intraprende una nuova avventura, lontano da Mergellina ma sotto la Madonnina.

"Le mie ricette sono fatte di pochi ingredienti, rielaborati in diverse forme e consistenze", dice Andrea, parlando della sua gastrofilosofia. Capace di sintetizzare tecnica, tradizione e suggestione in piatti veraci, autentici e dal piglio sicuro. Del resto, lui, trentaquattrenne napoletano doc, di esperienza ne ha fatta già tanta. Lavorando anche ai fornelli di inglesi relais gourmand, siglati da tre stelle Michelin: The Fat Duck di Heston Blumenthal e The Waterside Inn di Michel Roux, a Bray on Thames, nel Bershire. Vere roccaforti gourmet.

"L'obiettivo della nostra ricerca", dichiara Claudio Ceccherelli, direttore del Park Hyatt, "è stato quello di individuare un executive chef che sapesse coniugare due importanti caratteristiche: quella di saper sorpendere ed emozionare e quella manageriale". E di uno che sa recuperare, rileggere e reinventare la pasta avanzata (come ha fatto durante la scorsa edizione di Identità di Libertà a San Marino) ci si può ben fidare.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati