Gay Pride 2005

L'evento dedicato alla comunità gay accende i riflettori su una lotta spietata ai propri diritti

"PACS: Patti chiari, amicizia lunga" è lo  slogan ufficiale dell'edizione 2005 del Gay Pride milanese. La manifestazione dedicata alla comunità gay, lesbica e transessuale che si protrarrà  fino al 18 giugno prossimo ha come finalità principale quella di far approvare, a detta degli organizzatori, l'adozione di una legge che istituisca i Pa.C.S, i Patti Civili di Solidarietà.

Il 4 giugno un corteo sfilerà per tutta la città, partendo alle ore 16.00 da piazza della Repubblica fino a piazza Duomo, toccando anche l'Arena Civica.

Nel frattempo all'Idroscalo ha già aperto i battenti Le Village, lo spazio multifunzionale gay, lesbico e transessuale, dove si susseguiranno incontri culturali, eventi sportivi, dibattiti, concerti e serate in discoteca, all'insegna del divertimento e allegria, ma anche di attenzione e di impegno per i diritti civili.

Anche quest'anno il calendario è ricco di eventi: il concerto di Rettore (2 giugno, ore 21.30), il dibattito La scelta dei PaCS (3 giugno, ore 18.30), l'Official party con un concerto di Anna Oxa e una serata disco (4 giugno, ore 23.30), il Convegno "Omosessualità e disagio giovanile nella scuola" (9 giugno, ore 18.30), il concerto di Fiordaliso (11 giugno, ore 21.30), gli attesi incontri con la scrittrice Sarah Waters, autrice del libro "Tppin the velvet" (13 giugno, ore 20.00) e quello su "Nuove frontiere: la lotta per l'identità di genere" (16 giugno, ore 18.30).

La vigilia della chiusura della manifestazione sarà dedicata al dibattito "Transessualismo da femmina a maschio. Verso il maschile" (ore 15.30). Grande chiusura il 18 giugno dalle ore 21.30 con il concerto di Paola e Chiara e una lunga serata disco.

di Rosario Pipolo

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati